Gian Piero Fava vince con carpaccio con insalata di asparagi, La prova del cuoco ricette 28 maggio 2018

la prova del cuoco ricette

La ricetta del carpaccio a La prova del cuoco ricette e oggi 28 maggio 2018 è Gian Piero Fava a vincere con la ricetta del carpaccio con insalata di asparagi crudi. Tra le ricette Gian Piero Fava a La prova del cuoco un piatto estivo ma non solo, il carpaccio di carne che Antonella Clerici adora ma il piatto proposto dallo che sembra davvero ottimo. E’ l’ultima ricetta di Fava a La prova del cuoco per questa edizione con Antonella Clerici. Emozioni per i saluti e i grazie ma intanto La prova del cuoco ricette continua. Il carpaccio è il tema di oggi delle ricette del primo round de La prova del cuoco e uno contro l’altro in sfida ci sono Gian Piero Fava e Francesca Marsetti. Ecco la ricetta che ha vinto, il carpaccio di Gian Piero Fava con gli asparagi e la maionese. Si prosegue anche con le emozioni a La prova del cuoco oggi e con la ricetta di Alessandra Spisni, le sue tagliatelle, la ricetta di Sergio Barzetti con i suoi progetti e il resto da non perdere perché questa settimana c’è la finale.

LA RICETTA DEL CARPACCIO CON ASPARAGI CRUDI – RICETTE GIAN PIERO FAVA

Ingredienti e preparazione carpaccio con asparagi, La prova del cuoco ricette Gian Piero Fava: peliamo gli asparagi crudi, avremo delle striscioline che condiamo con aceto, pepe, sale e olio, facciamo una emulsione. Cuociamo le uova sode e usiamo solo il rosso, lo tritiamo. Facciamo la maionese con erba cipollina, capperi e cetriolini. Cuociamo degli asparagi tagliati a metà in padella con olio, sale, pepe. Nel piatto disponiamo la carne sottile e al centro gli asparagi conditi con l’emulsione. Aggiungiamo il tuorlo sodo tritato, gli asparagi in padella e la maionese con capperi e cetrioli, quindi l’erba cipollina. Continuiamo con le altre ricette La prova del cuoco di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.