Alessandra Spisni stupisce tutti con il pane raffermo che torna fresco a La prova del cuoco

spini pane bagnato

E’ un fantastico e prezioso consiglio quello che Alessandra Spsini ci ha regalato a La prova del cuoco oggi 4 dicembre 2019, il modo per fare tornare fresco il pane raffermo. Una bella pagnotta di pane che molti userebbero per fare le polpette o altro e magari qualcuno potrebbe anche buttarla via. Alessandra Spisni la fa rinvenire. Risultato pane fresco quasi come appena sformato. Il suggerimento della maestra in cucina de La prova del cuoco è arrivato mentre preparare le sue patate e uova fritte, il secondo piatto di oggi a La prova del cuoco. Per accompagnare uova e patate c’è bisogno del pane e il pane raffermo non piace a nessuno, ed ecco che la Spisni immerge il pane intero nella ciotola con l’acqua. Suggerisce che questo è il modo giusto mentre c’è chi passa semplicemente e velocemente il pane sotto l’acqua corrente per poi metterlo in forno. Alessandra gira e rigira più volte la pagnotta nella ciotola con l’acqua, basta davvero poco tempo, quello necessario per fare assorbire l’acqua persa durante la cottura. Quindi il pane non si ammorbidisce troppo, non si rovina.

ALESSANDRA SPISNI RENDE IL PANE RAFFERMO DI NUOVO FRESCO

Pane fresco morbido dentro e croccante fuori anche quando non abbiamo avuto il tempo per comprarlo e quando davvero non c’è tempo per impastarlo in casa. Daniele Persegani si nasconde, lui non approva il metodo del pane bagnato che invece utilizza Alessandra Spisni.

Tornano alla preparazione, dopo avere tenuto per poco tempo il pane intero e raffermo nella ciotola con l’acqua a temperatura ambiente lo passiamo in forno già ben caldo per circa 15 minuti. Avremo così il nostro pane fresco. Proviamo e scopriremo se da oggi in poi abbiamo un altro ottimo consiglio per riciclare il pane raffermo e far felici tutti in famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.