Da Ricette all’Italiana arriva la charlotte di cavolfiore: goloso sformato di Anna Moroni

Che cosa bolle oggi in pentola nella cucina di Anna Moroni? Su Rete 4 non è ancora arrivato il momento delle tanto attese ricette di Natale ma in ogni caso Anna ci delizia sempre con delle preparazioni buonissime. Nella puntata di Ricette all’Italiana del 10 dicembre 2019 in compagnia del fido Davide Mengacci, la cuoca casalinga di Mediaset ha suggerito la ricetta della charlotte di cavolfiore al forno. Una vera delizia, uno formato che potrebbe essere perfetto anche per i menu del periodo natalizio.

Vediamo quindi come si prepara questa deliziosa ricetta.

RICETTE ALL’ITALIANA: PREPARIAMO LA CHARLOTTE DI CAVOLFIORE DI ANNA MORONI

Dalla puntata di Ricette all’Italiana di oggi arriva questo buonissimo sformato, vediamo insieme quelli che sono gli ingredienti per preparare questa charlotte di cavolfiore con i consigli di Anna Moroni:

1 kg cavolfiori, 250 ml latte, 300 g patate, 80 g prosciutto cotto, 80 g fontina, 1 uovo, 3 spicchi d’aglio, prezzemolo, sale e pepe

E adesso passiamo alla preparazione della ricetta

Riduciamo in piccole cime il cavolfiore e lo mettiamo a cuocere in pentola con il latte. Aggiungiamo anche il sale, lo saliamo e lasciamo bollire per 5 minuti.  Prendiamo una padella e dentro mettiamo le patate, le facciamo rosolare; le patate devono essere pelate e tagliate a cubetti di 1 cm per lato con un generoso filo d’olio. Quando le patate si sono dorate, uniamo le cimette cotte nel latte e lasciamo insaporire qualche istante, aggiungendo parte del latte. Prendiamo il prosciutto e il formaggio, tagliamo a cubetti di almeno un centimetro.

Mettiamo il tutto in una ciotola insieme alle patate ed i cavolfiori spadellati ed un uovo sbattuto. Profumiamo con prezzemolo tritato e pepe ed aggiustiamo di sale.

Trasferiamo il composto il composto all’interno di una tortiera imburrata ed infarinata. Cuociamo in forno a 170° per 40-50 minuti. Lasciamo intiepidire e sformiamo, capovolgendo su un piatto. E adesso non ci resta che gustare, la charlotte è servita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.