Le rame di mandorle da Quel che passa il convento

Andiamo sempre a caccia di ricette imperdibili viste in tv e oggi abbiamo deciso di proporvi una super ricetta vista nel programma di Tv2000 Quel che passa il convento. Cosa prepariamo di buono? Oggi un dolce molto semplice da fare ma davvero delizioso. La ricetta che vi suggeriamo è quella delle rame di mandorle.

Questi dolcetti sono tipici della cittadina di Nicosia, un bellissimo posto nel cuore della Sicilia.

RICETTE IN TV: RAME DI MANDORLE

Ed ecco tutti gli ingredienti che ci servono per preparare questo buonissime rame di mandorle, iniziamo con gli ingredienti della frolla:
1 kg di farina 00
400 g di zucchero
400 g di strutto
4 tuorli circa
scorza grattugiata di limone o arancia (a piacere)
albume q.b.
Ed ecco invece gli ingredienti che ci servono per la copertura:
500 g di mandorle tostate (con la pelle)
400 g di zucchero
2 cucchiai di marsala
4 albumi circa
cannella in polvere q.b.
zucchero a velo q.b. (per spolverizzare)

Passiamo adesso alla preparazione della ricetta partendo dalla frolla. In una ciotola mettiamo tutti gli ingredienti che trovate nella lista e amalgamante per bene insieme fino a formare il classico panetto. L’impasto dovrà essere liscio e omogeneo. Una volta pronto, possiamo tirare la sfoglia.

Prepariamo la copertura. Prendiamo le mandorle e le tagliamo con il coltello. La nostra amica Angela suggerisce di tritare le mandorle ma farlo in modo grossolano. Prendiamo quindi tutti gli ingredienti che troviamo nell’elenco per la preparazione della copertura e li mettiamo tutti insieme. Procediamo prima con le mandorle e lo zucchero, poi andiamo avanti con il limone grattugiato, gli albumi che prima abbiamo messo da parte, il Marsala, la cannella e lo zucchero a velo.

A questo punto riprendiamo la sfoglia e passiamo sopra questa copertura con le mandorle che abbiamo preparato. Mettiamo in forno e informiamo a 180 gradi cuociamo fino a quando non saranno dorate.

Spolverizziamo con lo zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.