Da Geo la ricetta delle tagliatelle d’Abruzzo

Dalla puntata di Geo in onda il 16 settembre 2020 è arrivata la ricetta di un primo piatto. Si tratta delle tagliatelle d’Abruzzo. A preparare il piatto è stato Peppino Tinari da Guardiagrele (Chieti), con il suo grande impegno nella valorizzazione dei prodotti del territorio. Peppino ha preparato infatti le TAGLIATELLE AI PRESÌDI D’ABRUZZO, un piatto che ne comprende ben tre!

DA GEO ECCO LA RICETTA DELLE TAGLIATELLE D’ABRUZZO

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta 200 g di farina di grano solina,2 uova intere, 1 pizzico di sale

Per il condimento: 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 240 g di zucchine, 150 g di cipolla bianca di Fara Filiorum Petri, 200 g di pomodoro maturo,1 mazzetto di basilico,1 spicchio d’aglio,100 g di pecorino grattugiato di Castel del MonteProcedimento

Iniziamo con la preparazione della pasta. Setacciare la farina, disporla a fontana sulla spianatoia al centro versare le uova e impastare, in modo da ottenere un composto liscio e omogeneo. Lasciar riposare per almeno mezz’ora.Con il matterello tirare la sfoglia a uno spessore di 1,0 mm e tagliare la pasta a tagliatelle con un coltello.

Per il condimento: pulire e lavare le zucchine; sbollentare i pomodori in acqua bollente, spellarli e privarli dei semi.Tagliare le zucchine e i pomodori a listarelle, la cipolla a julienne.In una padella versare l’olio, aggiungere lo spicchio d’aglio farlo imbiondire e toglierlo. Aggiungere la cipolla, a seguire le zucchine e dopo 1 minuto, i pomodori e poco sale. Far cuocere dolcemente girando spesso; se dovesse servire, aggiungere ½ mestolo di acqua bollente.Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla, versarla nella padella e aggiungere il basilico, mantecando il tutto con il pecorino grattugiato.

Sistemare la pasta nel piatto, adagiare la cialda di pecorino e servire.Per la cialda.Far riscaldare una padella antiaderente, aggiungere una striscia di pecorino grattugiato, attendere che fonda e che prenda un colore nocciola, rigirare terminando la cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.