Fulvio Marino prepara il pan focaccia e svela un segreto con le ricette E’ sempre mezzogiorno

E’ un pane che si mischia alla focaccia e Fulvio Marino aggiunge alle ricette E’ sempre mezzogiorno la ricetta del pan focaccia, la ricetta di oggi 4 gennaio 2020. Le feste non sono ancora finite ma in realtà con le ricette di Fulvio Marino non termineranno mai, impastare è sempre una golosa occasione per festeggiare. Con la ricetta di oggi del pan focaccia Fulvio Marino ci svela in modo semplice un segreto da non perché: la gelatinizzazione. E’ un processo semplice da eseguire, ben più complicato il significato ma l’esperto di E’ sempre mezzogiorno lo spiega per tutti con poche parole. Il risultato è un impasto perfetto che rende tutto più soffice, si può quindi usare anche per la pizza, il pane o altro. Ecco la ricetta del pan focaccia e Fulvio Marino.

RICETTE E’ SEMPRE MEZZOGIORNO DI FULVIO MARINO – LA RICCETTA DEL PAN FOCACCIA

Ingredienti: 450 g di farina 0, 500 g di farina di farro bianco, 50 g di farina di riso, 600 g di acqua, 200 g di lievito madre (o 12 g di lievito di birra fresco) 40 g di olio di oliva, 10 g di malto d’orzo (facoltativo), 22 g di sale integrale

Preparazione: facciamo bollire 100 g di acqua nel pentolino, togliamo dal fuoco e versiamo la farina di riso, mescoliamo e teniamo da parte fino a quando si raffredda, quindi circa 15 – 20 minuti. E’ così che si fa il processo di gelatinizzazione per ottenere soprattutto la morbidezza dell’impasto ma non solo. 

Nella ciotola versiamo le due farine, farina 0 e farro bianco, anche il malto d’orzo ma solo se l’abbiamo, aggiungiamo poco meno di 500 g di acqua, aggiungiamo il lievito madre (se non l’abbiamo sostituiamo con il lievito di birra). Aggiungiamo anche la farina di riso sciolta prima nell’acqua bollente. Impastiamo e poi aggiungiamo il sale e il resto dell’acqua. Impastiamo e come sempre versiamo alla fine anche l’olio. Completiamo l’impasto. Attendiamo mezz’ora e facciamo delle pieghe sul tavolo ma senza usare la farina.
Facciamo lievitare 12 ore in frigo ben coperto nella ciotola unta di olio. Dividiamo in due parti. Usiamo stampi da 20 cm di diametro e alti. Chiudiamo bene l’impasto e mettiamo nello stampo oliato. Facciamo lievitare fino a quando raggiunge la parte superiore, ci possono volere anche 4 o 5 ore. Schiacciamo leggermente e mettiamo in forno statico 250 gradi per circa 25 minuti. 

Tagliamo a fette e farciamo come preferiamo, magari stracciatella e mortadella. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.