La pizza di New York, la ricetta di Fulvio Marino

Venerdì pizza con le ricette di Fulvio Marino, con le ricette E’ sempre mezzogiorno e oggi 26 febbraio 2021 la ricetta della New York Stile pizza per tutti. Ovvio che la pizza sia italiana, sia napoletana, ma oggi la ricetta della pizza di Fulvio Marino è diversa dalle solite, così gustiamo anche altro. Un impasto con la farina di media forza, quindi con 12 – 13% di proteine. Una pizza golosa, diversa dalle nostre pizze, va condita con tanto pomodoro, tanta mozzarella ben asciutta e fettine di salame piccante. Non perdete la ricetta della pizza americana di oggi di Fulvio Marino e le altre ricette E’ sempre mezzogiorno, come la ricetta della torta caprese di Sal De Riso, la ricetta dei ravioli di Barbara De Nigris e altro ancora.

RICETTE FULVIO MARINO – LA RICETTA DELLA NEW YORK STYLE PIZZA

Ingredienti: 1 kg farina tipo 0 (12% di proteine quindi di media forza), 7 g di lievito di birra fresco, 600 ml di acqua, 30 g di olio di oliva, 20 g di sale, farina per spolverare

Preparazione: nella ciotola versiamo la farina, il lievito, quasi tutta l’acqua (550 g) e impastiamo. Aggiungiamo il sale, il resto dell’acqua, impastiamo e aggiungiamo alla fine l’olio di oliva. Completiamo l’impasto, ci vogliono una decina di minuti.

Facciamo lievitare coperto con la pellicola per 5 ore e mezza a temperatura ambiente, deve raddoppiare.

Facciamo poi delle palline da circa 300 g l’una. Facciamo lievitare altre 2 ore e mezza. Usiamo una teglia da 30 cm di diametro. Stendiamo le singole palline, che disponiamo nella teglia oliata. Abbondante salsa di pomodoro, una mozzarella asciutta e tritata molto fine, fettine di salamino piccante. Mettiamo in forno 17 minuti al centro del forno a 250° C. Gustiamo subito la pizza americana, ben calda, filante, con tanto formaggio. Una ricetta diversa dalla nostra pizza ma di certo un impasto da provare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.