Ivano Ricchebono con la cima alla genovese, che ricette e che ritorni a E’ sempre mezzogiorno

Un altro gran ritorno in tv: Ivano Ricchebono è in cucina con Antonella Clerici per  E’ sempre mezzogiorno con la ricetta della cima alla genovese, un secondo piatto perfetto. Massima professionalità sempre con Ivano Ricchebono che ci mostra anche come si cuce bene la tasca, inoltre tanti consigli per un ottimo risultato. Tra chiacchiere e ricetta a E’ sempre mezzogiorno il tempo va via in un attimo. La tasca è pronta, il ripieno anche e con un po’ di pazienza anche noi possiamo fare le cuciture giuste. Non perdete questa e le altre ricette di E’ sempre mezzogiorno. Ecco come si fa la cima alla genovese di Ivano Ricchebono. 

RICETTA E’ SEMPRE MEZZOGIORNO – LA RICETTA DI IVANO RICCHEBONO DELLA CIMA ALLA GENOVESE

Gli ingredienti li trovate nelle foto in basso

Preparzione: tagliamo a pezzi la polpa di vitello e vitellone, mettiamo in padella con un po’ di olio già caldo. In un’altra padella mettiamo sempre un filo di olio di oliva e la salsiccia a pezzi senza la pelle. Quando le carni sotto cotte le passiamo tutte al tritacarne, aggiungiamo anche la verdura saltata in padella, tutto va tritato insieme. Abbiamo a parte la tasca che dobbiamo cucire lasciando solo una piccola apertura per farcirla. 

Facciamo lessare le carote a dadini e aggiungiamo al trito di carne, uniamo i piselli, il prosciutto cotto a dadini, formaggio grattugiato, la maggiorana, il prezzemolo e l’aglio tritati. Mescoliamo il tutto e completiamo con le uova sbattute, mescoliamo.

Abbiamo anche il brodo vegetale già preparato con sedano, carota e cipolla. 

Farciamo la tasca, aggiungiamo i pinoli, aggiungiamo ancora piselli, formaggio, prosciutto e carote e chiudiamo bene cucendo la tasca. 

Il consiglio di Ricchebono è di riempire la tasca di acqua sotto la fontana dopo la prima cucitura per capire se ci sono dei buchi da chiudere. 

Cuociamo la cima ripiena nel brodo vegetale bollente, facciamo bollire per circa 1 ora e mezza. Per fare uscire l’aria la buchiamo con l’ago. Giriamo ogni tanto per una cottura perfetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.