Nuova rissa per Balotelli: insegue e picchia un ladro che gli aveva rubato lo smartphone

Nuova rissa per Mario Balotelli. Stavolta non è stato lui l'arteficie: insegue e picchia un ladro reo di avergli rubato lo smartphone

Altra rissa per Mario Balotelli. Stavolta, però, il calciatore non ne ha fatta una delle sue. Insegue e picchia un ladro, reo di avergli rubato lo smartphone. Non è proprio una nuova tegola per l’attaccante del Milan. Noto per essere lui il provocatore, stavolta ha solo reagito al tentativo di furto. Tuttavia, ha innescato una rissa furibonda. Stando a una indiscrezione riportata dai giornali di gossip, la notte del derby vinto dal suo Milan – il gol è stato siglato grazie a un suo strepitoso assist su calcio piazzato –, Mario Balotelli stava festeggiando presso la discoteca Hollywood di Milano.

Si trovava all’esterno della struttura insieme al fratello Enoch. All’improvviso, un ladro avrebbe tentato di rubargli lo smartphone. Balotelli lo insegue e lo picchia. La serata era andata per il verso giusto, ma è finita male per il centravanti rossonero. “SuperMario”, Enoch e altri amici erano andati per festeggiare il successo sull’Inter in corso Como, nella nota discoteca frequentata dai calciatori e aspiranti soubrette.

Balotelli incontra per la prima volta la figlia Pia: ecco le foto esclusive – LEGGI QUI

Appena uscito dal locale, a nottata fonda, mentre si apprestava a entrare nella sua auto, si accorge che gli stanno rubando lo smartphone. La reattività di Balotelli è stata degna di un campione: non ha lasciato neanche un centimetro di vantaggio al ladro che lo ha inseguito e picchiato. Si è dunque scatenata una mega rissa che ha attirato l’attenzione di tutti i passanti. È stata chiamata anche l’ambulanza.

La lista dei 30 convocati da Cesare Prandelli per i mondiali di Brasile 2014: c’è Mario Balotelli – LEGGI QUI

Dunque, che si tratti di una nuova “Balotellata” sta a voi giudicarlo. Per una volta, il bresciano non si è resto artefice di una provocazione ma è comunque finita in rissa una tranquilla serata che doveva essere soltanto di gioia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.