Emanuele Filiberto rivela il suo nuovo lavoro, vende spaghetti su un furgoncino

Emanuele Filiberto di Savoia ha deciso di seguire il suo istinto e di cambiare lavoro, o almeno di provare a sfondare cin un’idea che gli è venuta sei mesi fa in uno dei suoi viaggi a Los Angeles. Emanuele Filiberto sta già vendendo spaghetti su un furgoncino, ma detto così sembra qualcosa di molto diverso da ciò a cui punta il principe. Siete mai stati a Los Angeles? Avete visto anche voi i furgoncini che in strada vendono cibo messicano e orientale? E’ da lì che ad Emanuele si è accesa la lampadina e ha avuto la brillante idea.

Al settimanale Chi racconta: “Sei mesi fa sono venuto a Los Angeles per un evento e mi sono accorto che c’erano in giro tanti furgoni che vendevano cibo messicano e orientale. Erano belli, colorati e affollatissimi – ed ecco l’idea, l’intuizione Ho notato che non ce n’era però nessuno che vendesse pasta italiana. Così ho progettato e fatto realizzare un camioncino dove posso preparare pasta fresca e poi cucinarla con i sughi della nostra tradizione. Così è nata la mia nuova iniziativa che ho ribattezzato “Prince of Venice”, principe di Venezia, il titolo nobiliare che mi ha dato alla nascita mio nonno, re Umberto I”. Sarà un successo o meno lo scoprirà presto ma intanto è già stato invitato ad un programma tv del mattino, qualcosa di simile al nostro Unomattina: “In realtà il mio progetto è ambizioso: voglio dare vita a un marchio di riferimento del settore fast food gourmet della pasta fresca. A settembre metterò in strada altri due furgoni. L’olio e la farina li prendo in Italia, ma i pomodori, il basilico e la verdura me li procuro sul posto a km zero. Gli americani, soprattutto a pranzo, non vogliono andare al ristorante, vogliono mangiare in modo rapido e consumare il pasto magari su una panchina, in un parco”. 15 dollari per pasta fresca con scampi e vongole, se passate di lì assaggiate.

Selvaggia Lucarelli bacchetta Emma Marrone sui social – leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.