Il padre di Meghan Markle rivela: “Ho fatto uso di droga”

Non c’è pace per la povera Meghan Markle. Sapeva che la sua famiglia ingombrante le avrebbe dato non poco fastidio e infatti, i grattacapi non mancano. Sono di poche ore fa le dichiarazioni che il padre di Meghan, Thomas Markle, avrebbe rilasciato al National Enquirer. Il padre di Meghan, parlando degli anni 70 e 80, anni in cui era molto impegnato con il suo lavoro in giro per il mondo, quando sua figlia era ancora molto piccola, avrebbe ammesso di aver fatto uso di droga. “And I’m sure that I had an occasional sniff of cocaine” ( sono sicuro di aver fatto uso occasionale di cocaina) avrebbe detto il padre di Meghan Markle parlando dei suoi viaggi di lavoro in giro per il mondo.

Notizia che oggi è stata ripresa da tutti i media inglesi e americani e che nel giro di pochissime ore ha fatto il giro del web. E non è un caso, secondo i media britannici, che questa notizia sia stata pubblicata poche ore prima di una nuova apparizione pubblica di Meghan ed Harry. Oggi infatti è il giorno del matrimonio di Eugenia, la figlia di Sarah Ferguson.

NUOVE RIVELAZIONI CHOC DEL PADRE DI MEGHAN MARKLE: PARLA DI DROGA E VIAGGI A LUCI ROSSE 

Secondo persone vicine a Thomas, va precisato che, se anche il padre di Meghan abbia fatto o meno uso di droghe, questo non avrebbe influenzato sull’educazione che ha dato alla bambina, essendo stato molto presente. Del resto la stessa Meghan non ha mai rinnegato il bel rapporto che c’era con suo padre quando lei era piccolina, anzi.

Quella sulla droga non è però la sola rivelazione che il padre di Meghan avrebbe fatto. L’uomo avrebbe anche raccontato dei suoi viaggi molto particolari, come quelli nelle Filippine, nei quartieri e luci rosse, dove di certo non si va per comprare dei ricordi del viaggio. Si parla del Playboy Club di Manila ma non è chiaro se Thomas abbia pagato per fare del sess0 a pagamento o meno. Pare che, quando Meghan in passato ha chiesto di questa situazione, suo padre ha sempre negato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.