Selvaggia Lucarelli a chi le dice che è ingrassata racconta di quando pesava 56 chili (Foto)

Selvaggia Lucarelli non aveva bisogno che qualcuno le dicesse che è ingrassata e nessuno con un po’ di sensibilità o di cose da fare nella vita si permetterebbe di farglielo notare. Tutto peggiora se arrivano degli insulti, i soliti commenti idioti sul peso delle persone o dei personaggi. Si potrebbe discutere sulle idee che Selvaggia Lucarelli espone in tv o altrove ma non sul suo peso, non sui chili presi per qualunque ragione. La giornalista che abbiamo rivisto tra la giuria di Ballando con le Stelle non è rimasta in silenzio, anzi ha mostrato qualche messaggio ricevuto sui social, quelli a cui è abituata perché ogni volta che appare in tv tornano. Nessun problema per lei nel leggerli ma si preoccupa invece per gli altri. Nessun problema di salute, lo sottolinea, non vuole che un barlume di sensibilità possa fermare gli haters. Selvaggia Lucarelli mangia, semplicemente è golosa, e fa anche sport e si sente bene.

SELVAGGIA LUCARELLI: “SI PUO’ STARE IN FORMA ANCHE CON QUALCHE CHILO IN PIU’”

“Io mangio, quindi non vorrei che qualcuno temesse di fare battute che potrebbero urtare temi sensibili, tipo la tiroide, gli ormoni o il metabolismo. Tranquilli, se è quello che vi frena dall’insultare ulteriormente, infierite pure.  Seconda cosa: mangio bene, faccio sport, mi sento bene. So che sembra impossibile, ma credetemi: si può stare in forma anche con qualche chilo in più”.

Sui social racconta poi d quando pesava 56 chili: “Pochissimo per me… e stavo di merda, mangiavo di merda, non alzavo il culo dalla sedia. Quindi sereni: morirò di infarto solo se vedrò la D’Urso condurre Ulisse al posto di Alberto Angela, non per un maritozzo in più”.

La Lucarelli cerca di attirare l’attenzione su chi è più fragile: “Ho smesso di subire condizionamenti estetici da tempo. Questo non vuol dire però che certi commenti siano ininfluenti. Anzi.
Sono molto influenti. Non su una donna strutturata come me, ma sicuramente su chi non può contare su una scorza altrettanto robusta. E questo per ragioni anagrafiche, di fragilità, di insicurezza, di esperienze vissute”.

Siamo del tutto d’accordo con lei che non avrebbe potuto trovare parole più dirette: “Il fatto che qualcuno metta su qualche chilo viene sempre visto come qualcosa di catastrofico o APOCALITTICO e “Oddio ma che gli è successo?”. Solitamente non è proprio successo un cazzo e il mondo è ancora al suo posto. Succede che uno mangi, che sia goloso, per esempio”. 

Non vanno bene nemmeno i complimenti su chi è dimagrito e ce l’ha fatta a fare chissà cosa. Se è per salute va benissimo ma per il resto: “Non identificate mai il vostro valore con la vostra immagine. Sviluppate autostima e auto-consapevolezza: sappiate bene chi siete, perchè altrimenti permetterete agli altri di dirvi chi siete”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.