Ilaria D’Amico parla per la prima volta della morte della sorella

La sorella di Ilaria D’Amico è morta lo scorso settembre, è andata via in pochi mesi per colpa del cancro. La conduttrice e giornalista ne parla solo adesso, per la prima volta al settimanale “F”. Catia era più grande di Ilaria di 12 anni, si è ammalata a gennaio del 2019, un brutto tumore all’intestino. Racconta che era la persona più sana del mondo, è stato un fulmine a ciel sereno ma con lei ha gestito tutta la malattia, è un percorso che hanno fatto insieme. Purtroppo a maggio scorso è stata di nuovo male e non c’è stato più niente da fare. La sorella di Ilaria D’Amico è morta il 5 settembre. Un lutto che le ha cambiato la vita, che la fa sentire più fragile ma che al tempo stesso le ha dato la consapevolezza che era giusto cambiare qualcosa. Come spesso capita a chi perde una persona cara anche la D’Amico ha ridefinito le sue priorità, niente è più forte del bisogno di occuparsi della sua famiglia.

ILARIA D’AMICO CAMBIATA DALLA MORTE DELLA SORELLA

Era con lei quando è andata via, era con lei nei pochi mesi che l’hanno portata via. Sono più fragile. Sento che lei è diventata una parte di me. Eravamo diverse: io, cialtrona, che le dichiaravo il mio affetto, lei che non diceva mai mi manchi ma mi amava attraverso gesti pratici, come esserci sempre, aiutarmi con i miei figli”. Oggi Ilaria si sente diversa: “Dò meno importanza a come mi vesto, mi commuovo a pensare alla sua dignità e riservatezza. Questa perdita mi ha fatto ridefinire le priorità: il lavoro lo è, ma è più forte il bisogno di accudire la mia famiglia”. 

Catia l’ha portata a riflettere sulla sua vita. Già da un po’ pensava di lasciare il calcio ma è stata la scomparsa di sua sorella ad accelerare tutto. Poi è arrivata la proposta di Sky per una prima serata di attualità e ha pensato che occuparsi di temi diversi fosse importante. “Quando giravo con lei per ospedali ho sentito l‘urgenza di occuparmi di temi di servizio, di tornare a raccontare cosa siamo oggi”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.