Rocco Siffredi positivo al covid 19: contagiati anche sua moglie e i figli

La famiglia Siffredi colpita dal covid 19. Rocco Siffredi e i suoi familiari sarebbero tutti positivi al covid 19. La notizia è stata lanciata da Dagospia. La famiglia Siffredi si troverebbe in questo momento a Budapest. Ma la scorsa settimana Siffredi, era a Roma per scrivere la sceneggiatura della serie che racconterà la storia della sua vita. Stando a quello che si legge su Dagospia e alle ultime indiscrezioni trapleta in rete, sarebbero risultati positivi al covid 19 anche la moglie Rosa i due figli. Non solo, sarebbero positivi anche due dei loro collaboratori, la donna di servizio e l’autista. A far trapelare la notizia il sito di Dagospia che non ha però rilevato la fonte né quali siano le condizioni del pornoattore. Nella fase acuta del lockdown Rocco Siffredi aveva cercato di sensibilizzare le tante persone che lo seguono, facendo capire che fosse necessario restare a casa e seguire le regole anti contagio:  “Ho utilizzato una chiave ironica perché sdrammatizzare è importante, ma bisogna allo stesso tempo far capire che non si tratta di un gioco” aveva detto in primavera.

È sposato dal 1993 con l’ex collega ungherese Rosa Tassi, incontrata lo stesso anno agli Hot d’or di Cannes e dalla quale ha avuto due figli: Lorenzo (nato nel 1996) e Leonardo (nato nel 1999), promessa ungherese del salto in alto.La famiglia vive stabilmente da oltre quindici anni a Budapest .

ROCCO SIFFREDI POSITIVO AL COVIS 19: LE ULTIME NOTIZIE

Soltanto ieri, Rocco Siffredi aveva conquistato due premi al Xbiz Europa Awards 2020 per i suo nuovo film “My name is Zaawaadi”. Dopo che la notizia è trapelata, quasi nella notte, Rocco Siffredi ha deciso di non commentare. Nessun post sui social per confermare questa notizia.

Il film diretto da Siffredi ha vinto come “Movie of the year” e “Best sex scene”. È già il secondo anno che Siffredi è tra i protagonisti del gala cinematografico a luci rosse di Berlino, lo scorso settembre aveva lui stesso condotto lo spettacolo e ritirato il premio per la miglior regia insieme a Gabriele Galetta suo cugino e partner creativo da oltre trenta anni scomparso poi all’inizio di marzo 2020.

In merito alla situazione successiva, causata dalla diffusione della pandemia, Siffredi aveva fatto notare che molti attori nel suo settore avevano continuato a lavorare. “Le persone stanno prendendo il problema troppo alla leggera, poi accade che la sanita’ non funziona. E lasciamo perdere quella ungherese… Mi domando: perche’ bisogna sempre aspettare che uno ci sbatta la testa? L’essere umano è cosi” aveva detto commentando la reazione di molte persone di fronte al covid 19.

In questo momento invece, dopo che è trapelata la notizia del suo contagio, non ha commentato in nessun modo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.