Nada Ovcina senza soldi per i funerali di Gianni Nazzaro ringrazia gli amici che l’hanno aiutata

Al dolore per la perdita di suo marito, risposato prima che morisse in ospedale, per Nada Ovcina si è aggiunta anche la preoccupazione di non poter dare una degna sepoltura a Gianni Nazzaro. Ne parla oggi, a distanza di quasi un mese dalla morte dell’uomo che amava e ringrazia le persone che le sono state vicine. Non solo con il pensiero e con il cuore, ma anche contribuendo in modo effettivo alle spese per i funerali di Gianni. Sono stati gli amici del cantante ad aiutare sua moglie per pagare tutto quello che serviva.

La Ovcina ha spiegato l’origine dei loro problemi: “Quando Gianni ritornò da me, dopo la sua disastrosa unione con un’altra donna, aveva accumulato milioni di debiti e in seguito ha lavorato pochissimo. Di conseguenza siamo rimasti con i conti in rosso, come è successo a molti altri artisti. Ma in questo disastro oggi ho avuto il conforto di scoprire quante persone volevano bene a mio marito”.

Il grazie di Nada a chi l’ha aiutata con il funerale di Gianni Nazzaro

La moglie di Gianni Nazzaro fa anche i nomi degli amici che l’hanno sostenuta in questo momento, da  Lino Banfi, a Maurizio Costanzo, passando per Pippo Franco, Martufello, Sandro Giacobbe e Paola Delli Colli. “Mi hanno aiutato concretamente a dargli una sepoltura dignitosa“, ha spiegato Nada Ovcina, aggiungendo: “Pinuccio Pirazzoli, direttore d’orchestra Rai, ha pagato la sua cremazione e anche gli orchestrali di Gianni, pur non essendo ricchi, mi hanno dimostrato solidarietà”.

Le vicissitudini di questa coppia sono state davvero tante: dal brutto incidente nel quale sono rimasti coinvolti qualche anno fa ai problemi della Ovcina. E poi la salute di Gianni Nazzaro e la sua morte. Oggi Nada non può che ringraziare davvero di cuore tutte le persone che si sono dimostrare amiche di suo marito, dandole una grande mano in questo delicato momento della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.