Heather Parisi pubblica la foto da adolescente, stessa età dei figli e stesse regole severe

Una foto da adolescente ed è Heather Parisi a pubblicare lo scatto, aveva 11 anni, poco più che una bambina ma è la stessa età dei suoi figli più piccoli. E’ un modo per raccontare la sua vita, ricordare le passioni e i sacrifici del passato, l’educazione ricevuta tra rispetto e regole, stessa educazione per i suoi figli. Heather Parisi ha sempre il suo modo per dire le cose, per raccontare, per criticare o apprezzare e tra foto del passato e post di oggi sui social spiega come sta crescendo i suoi figli, da mamma severa. Il suo unico pensiero era finire la scuola per correre a danza, per allenarsi, per migliorarsi. Impegno e sacrificio da quando aveva 4 anni, da quando ha iniziato a danzare. Ai suoi figli chiede lo stesso, seguire le due regole ferree.

HEATHER PARISI MAMMA SEVERA

“In questa foto ho 11 anni, esattamente come Elizabeth e Dylan. Ma il mio mondo era completamente diverso dal loro. Il mio unico pensiero era finire la scuola (di suore Irlandesi e Scozzesi) e correre alla scuola di danza, dove ballavo 7 giorni a settimana, 4 ore nei giorni feriali e 10 ore sia il Sabato che la Domenica” spiega la ballerina che poi racconta: “Tanto impegno e tanto sacrificio. Sarà per questo che oggi sono una Mamma molto severa. Non faccio fatica ad ammetterlo. Da ballerina nella mia infanzia (ho iniziato a “danzare” a 4 anni) e nella mia adolescenza, sono cresciuta con due regole ferree: disciplina e rigore. E ai miei figli chiedo di fare altrettanto. Ho imparato sulla mia pelle che la vita, là fuori, non fa sconti a nessuno”.

Mostrando un video buffo con sua figlia scrive: “Sto lasciando ai miei figli un mondo peggiore di quello che i miei genitori hanno lasciato a me. Gli anni 70 e 80 erano pieni di entusiasmo e gioia di vivere, si viveva con la certezza che il giorno dopo avrebbe dato ancor più opportunità del giorno prima. Oggi non è così. Se riesco a trasmettere ai miei figli serenità, allora so che sono dalla parte vincente di un percorso in salita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.