L’addio di Gaia Tortora alla sorella: “Penso tu abbia deciso di lasciarci liberi”

gaia tortora

Ieri la morte di Silvia Tortora ha sorpreso tutti ed è Gaia, la sorella minore a parlare per la prima volta dell’ultimo anno vissuto dalla giornalista. E’ un messaggio doveroso che la vicedirettrice del Tg La7 scrive per “chiarezza e trasparenza”, perché si eviti di dire di tutto sulla morte di Silvia. Un anno e due mesi fa la primogenita di Enzo Tortora ha avuto un evento cerebrale che ieri dopo tanti mesi di ricovero l’ha portata alla morte. Aveva solo 59 anni, la stessa età del conduttore televisivo morto per un tumore ai polmoni. Gaia Tortora ha protetto in ogni modo sua sorella, se stessa, sua madre, nessuno sapeva delle condizioni di Silvia.

Il messaggio di Gaia Tortora a Silvia

“Eccoci qua sorellona, bisogna per salutarti, e ringraziare la valanga di affetto che ci accompagna, dire qualcosa affinché ci sia come sempre abbiamo fatto, chiarezza e trasparenza. Ho protetto in tutti i modi da un anno e due mesi la privacy di Silvia e quella di mia mamma perché noi così siamo: riservate. Silvia ha avuto un evento cerebrale un anno e due mesi fa. È stata poi per tanti mesi ricoverata presso l’ospedale di riabilitazione Santa Lucia”. Ringrazia tutti coloro che si occupati della sorella e della sua famiglia. “Approfitto ancora una volta per ringraziare i medici i terapisti gli infermieri di un reparto che ho frequentato come una casa per un anno. Lì ho conosciuto storie, persone, sofferenza e dignità. Non dimenticherò mai la forza che ci siamo fatti a vicenda”.

“Questa è l’unica verità” ed è qui che Gaia Tortora dice tutto e non ammette repliche. “Sono stata con te anche domenica pomeriggio fino all’ ora di cena. Ti sei addormentata e io penso che tu abbia deciso di lasciarci liberi e di liberare te stessa da una condizione che non avresti voluto vivere – è una confidenza dolorosa – Sono tornata a casa con una strana serenità perché ho capito solo dopo, che prendendomi cura di te domenica pomeriggio mi hai fatto ancora di più comprendere cosa volesse dire essere in quella situazione. Ce lo eravamo dette in tempi non sospetti – Gaia Tortora conclude – Non so come ringraziare tutti voi per i messaggi, piano piano cercherò di rispondere a tutti. Sono contenta di averti vissuto questo anno forse come non mai sorellona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.