Centovetrine, anticipazioni puntata di oggi 18 ottobre 2013

Tornano le anticipazioni di Centovetrine e con esse l’anteprima della nuova puntata che andrà in onda oggi pomeriggio, venerdì 18 ottobre 2013. A Torino gli eventi si stanno susseguendo, uno dietro l’altro, per i personaggi della soap opera di Canale 5. Nella puntata andata in onda ieri, abbiamo visto Laura Beccaria (Elisabetta Coraini) trascorrere il suo primo giorno in carcere: rinchiusa in una cella, la donna si sente già lontana dal mondo esterno e da suo marito Sebastian Castelli (Massimiliano D’Anca). Nessuno più sembra credere in lei: perfino il suo ex marito, colui dal quale ha avuto due figli, ha iniziato a dubitare della sua innocenza. Zeno ha commesso un errore imperdonabile con Cecilia Castelli (Linda Collini): impaziente di vederla, è andato a bussare alla sua porta nel cuore della notte suscitando il nervosismo della poliziotta. Viola, con sommo rammarico, ha scoperto che tra Sveva e suo marito Brando c’è stato qualcosa di più di una semplice amicizia: i due ragazzi stavano addirittura per sposarsi. Tutto questo è accaduto nella puntata andata in onda ieri. E’ giunto il momento di scoprire che cosa ci aspetta oggi.

Centovetrine anticipazioni: la trama della puntata in onda oggi 18 ottobre 2013
Laura Beccaria è sempre più depressa, triste e nervosa. La permanenza in carcere non è certo facile. In più, Laura si sente isolata da resto del mondo: nessuno le crede. Per questo motivo, la donna decide di allontanare tutti, suo marito compreso. Sebastian Castelli, provato da tutta questa situazione, da una parte cerca di recuperare il potere ed il prestigio nella holding Ferri. Dall’altra parte, poi, cerca di riconquistare la fiducia di sua moglie. Cecilia continua ad indagare sul pirata della strada che ha investito ed ucciso Oriana. La poliziotta fa una scoperta scioccante: Oriana è stata uccisa volontariamente. Quando Ivan Bettini apprende la notizia, cade in uno stato di profonda disperazione.

 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.