Centovetrine, anticipazioni puntata di oggi 23 ottobre 2013

Tornano le nostre anticipazioni di Centovetrine, la soap opera ambientata a Torino più seguita dagli italiani. E oggi pomeriggio, mercoledì 23 ottobre 2013, ci aspetta una nuova imperdibile puntata ricca di eventi e di colpi di scena. Prima di svelarveli tutti in anteprima, però, scopriamo in breve a che punto è la storia.Nella puntata precedente di Centovetrine, Jacopo Castelli (Alex Belli) ha salvato una ragazza sconosciuta da morte certa. La giovane – di cui non conosciamo ancora il nome – si è gettata nel mare in tempesta per suicidarsi. Jacopo si è preso cura di lei per tutta la notte e l’ha salvata dall’assideramento. Laura Beccaria (Elisabetta Coraini), invece, ha dovuto fronteggiare un nuovo attacco di Santina, una detenuta molto violenta che ha picchiato Stefania, la sua compagna di cella. Infine Carol Grimani (Marianna De Micheli), sentendosi in colpa, si è recata in carcere per fare una visita a Laura. Che cosa ci aspetta, allora, nella puntata di oggi? Scopriremo chi è la misteriosa ragazza salvata da Jacopo? Scopriamolo con tutte le anticipazioni.

Centovetrine anticipazioni: la trama della puntata in onda oggi 23 ottobre 2013
Laura racconta a Carol le continue vessazioni che è costretta a subire in carcere. L’imprenditrice le offre il suo aiuto e la povera Laura non può far altro che accettarlo. Jacopo scopre che la misteriosa ragazza che ha aiutato si chiama Fiamma. Quest’ultima è una paziente scappata da una clinica psichiatrica. Quando Fiamma scopre che è stato Jacopo a sottrarle il pianoforte che amava tanto suonare, ha una crisi di nervi. Leo viene a sapere che Sebastian sta per incontrarsi con l’erborista che ha contribuito all’arresto e alla reclusione di Laura. Leo decide di mettere i bastoni tra le ruote a Sebatian: l’uomo non può incontrare il testimone chiave. Infine Sveva – dopo aver ottenuto il consenso di Brando – si trasferisce a vivere nella vecchia casa in cui abitava quando era piccola.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.