I Griffin, rivolta dei fan alla morte di Brian: gli sceneggiatori ci ripensano

Questa è più che mai l’epoca in cui il parere del pubblico conta davvero. Dopo la rivolta dei fan de I Griffin alla morte di Brian, gli sceneggiatori ci ripensano e lo reinseriscono nella serie. Un dietrofront che fa pensare a quanto il pubblico possa influenzare le scelte di una serie tv. Il malcontento diffuso in rete dei fan alla notizia della morte di Brian, il cane della serie tv più cinica di tutta la televisione è stato ascoltato da chi di dovere. Infatti, dopo averlo fatto morire investito nella sesta puntata della dodicesima stagione de I Griffin, gli sceneggiatori hanno deciso di reinserirlo all’interno della serie. Non è chiaro lo stratagemma che useranno, ma di certo la macchina del tempo di Stewie sembra lo strumento più adatto per riportarlo in vita. Il cane parlante figura nella lista dei personaggi della puntata “Christmas Guy”. Pare che nell’episodio proprio il piccolo Stewie vorrà che Brian torni per Natale, e questo suo desiderio potrebbe avverarsi. Altra conferma arriva dagli episodi successivi: Brian c’è ancora e si innamorerà di un’appassionata di jogging. Insomma, la morte del cane dovrebbe durare non più di 4 episodi. La rivolta dei fan ha convinto gli sceneggiatori a riportarlo in vita. Potrebbe essere grazie a Babbo Natale, o per un errore di Morte (altro personaggio bizzarro de I Griffin), resuscitato sotto forma di fantasma o semplicemente riportato in vita dal suo amico Stewie tramite la macchina del tempo. Non è ancora chiaro come, ma gli sceneggiatori ci ripensano e decidono che la morte di Brian durerà solo un mese, per la gioia dei fan che si erano rivoltati sul web alla triste notizia. Non è un caso anche perché le puntate più apprezzate della serie sono quelle in cui il simpatico cane progressista si avventura in storie bizzarre con il bimbo più irriverente della televisione.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.