Notte difficile per Elisabetta Gregoraci e suo figlio dopo la rapina sventata

Un’esperienza terribile ieri per Elisabetta Gregoraci e suo figlio Nathan Falco: hanno trovato un ladro in casa ma sono stati bravissimi a farlo arrestare. Merito di entrambi, del coraggio di Elisabetta Gregoraci che l’ha inseguito ed è riuscita a fare dei video. Ma anche di Nathan che immediatamente ha chiamato la polizia per chiedere aiuto per la sua mamma. Nel rientro a casa da scuola con madre e figlio c’era anche la tata, ma lei è rimasta traumatizzata perché il ladro ha scaricato tutto su di lei, l’ha presa a calci, l’ha aggredita e solo dopo è scappato. Possiamo immaginare che ovviamente la notte per Elisabetta e suo figlio non sia stata molto tranquilla. Hanno fatto fatica ad addormentarsi ma alla fine il piccolo Briatore si è rilassato.

ELISABETTA GREGORACI SCRIVE UNA DEDICA A SUO FIGLIO 

E’ tra le storie di Instagram che la Gregoraci ha raccontato tutto. Subito dopo l’arresto del malvivente ha spiegato che cosa era accaduto. Di notte poi ha pubblicato lo scatto di Nathan che finalmente si era addormentato mentre le teneva la mano. “Sei il mio piccolo eroe” aveva già scritto Elisabetta per esaltare quanto suo figlio fosse stato bravo nel reagire come un ometto.

La tensione era però inevitabile e la notte è stata difficile ma alla fine sono crollati: “Giornata pesante per noi…faccio fatica ad addormentarmi… siamo tutti un po’ scombussolati e stiamo un po’ così ha scritto la showgirl calabrese aggiungendo “Ma tu finalmente ti sei addormentato… risposa mio piccolo eroe. .la tua mamma ti proteggerà sempre con tutte le sue forze e tu sei il mio piccolo eroe. Notte”. Una dedica tenerissima per Nathan dopo tutto lo spavento.

La casa in cui hanno trovato il ladro è quella di Monte Carlo ma Flavio Briatore non era ne dintorni. L’imprenditore era a Dubai ma sembra che questa mattina abbia fatto di tutto per tornare dalla sua famiglia. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.