Silvio Berlusconi e l’assegno di mantenimento all’ex moglie, basterà? (FOTO)

Non è ancora finita del tutto tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario (foto), chiaro che saranno sempre uniti e costretti ogni tanto ad incontrarsi per i figli, ma è l’assegno di mantenimento che continua a farli discutere. Scommettiamo che gli euro che Berlusconi deve ogni mese alla sua ex moglie faranno discutere anche voi? Il tribunale ha confermato la cifra che Berlusconi deve ogni mese a Veronica Lario, la decisione dei giudici della sezione famiglia del tribunale di Monza è stata notificata martedì mattina ai due attraverso i legali. A febbraio del 2014 il tribunale di Monza aveva già decretato come finito il matrimonio tra l’ex premier e l’ex attrice. Era rimasta in sospeso però la faccenda dei soldi.

Veronica Lario, che in realtà all’anagrafe si chiama Miriam Bartolini, cercando di trovare un accordo con l’ex marito aveva chiesto come buona uscita forfettaria mezzo miliardo di euro, più o meno. La richiesta fu respinta e in sede di separazione le vennero riconosciuti 3 milioni e mezzo di alimenti al mese. Berlusconi ovviamente ha lottato anche contro tale richiesta e in sede di divorzio è riuscito ad ottenere un fortissimo sconto, il 50 per cento. Avete già fatto i conti?

LE FOTO DI BALOTELLI, LA FICO E LA PICCOLA PIA INSIEME A MILANO – CLICCA QUI

Silvio Berlusconi verserà a Veronica Lario ogni mese la somma di 1 milione e 400 mila euro. A confermare in tribunale gli alimenti il giudice Anna Maria di Oreste. Una somma a dir poco da capogiro che ongi mese la Lario aggiungerà ai suoi risparmi. E’ giusto ovviamente che la donna che è stata accanto nel bene e nel male e per tanti all’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi riceva il giusto assegno, non si discute di certo su questo. Tutto si riduce al gossip, ad una buona e sana dose di invidia da parte di chi non sa nemmeno contarli tutti questi euro.

Seguici anche su Instagram

One response to “Silvio Berlusconi e l’assegno di mantenimento all’ex moglie, basterà? (FOTO)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.