Roberta Giarrusso racconta il parto d’urgenza, la paura e la rabbia prima di abbracciare sua figlia (Foto)

Roberta Giarrusso è mamma felice da due mesi e mezzo della sua piccola Giulia e sulla rivista Diva e Donna non può non aggiungere parole d’amore per il suo compagno, Riccardo Di Pasquale (foto). L’attrice in meno di due anni ha visto la sua vita rivoluzionarsi ma accanto alla gioia ha vissuto anche momenti di paura. Nell’intervista tra le pagine di Diva e Donna la Giarrusso racconta il parto fino alla felicità di oggi. Un parto d’urgenza per Roberta e la sua Giulia ma alla fine tutto è andato per il meglio. Era previsto il parto naturale per la nascita della sua primogenita poi durante il tracciato i medici hanno scoperto un abbassamento del battito del cuore della piccola. Roberta Giarrusso racconta che la bambina a ogni contrazione andava sempre più in sofferenza cardiaca, il parto cesareo d’urgenza era inevitabile. Facile immaginare lo stato d’animo di Roberta Giarrusso e del suo compagno in quei momenti. La coppia aveva attraversato già la paura nei primi mesi di gravidanza, quando l’attrice ha dovuto fermarsi perché era il pericolo la gravidanza. Dopo il parto cesareo non è stato però tutto semplice.

Roberta continua il suo racconto e a Diva e Donna confida che non si è ripresa subito: “La ripresa dal cesareo è stata lenta e io ero arrabbiata perché volevo subito prenderla in braccio, ma non riuscivo neppure ad alzarmi dal letto dal dolore”.

Roberta Giarrusso, la paura di perdere sua figlia i primi mesi di gravidanza 

Abbiamo già visto la splendida attrice in gran forma anche in tv con la sua piccola Giulia e il compagno. Adesso c’è solo da godersi la famiglia tra poppate e sonnellini, anche se la piccola, come confida la mamma, è un angelo: “E’ dolce e buonissima; mangia e dorme. E’ nato un angelo”. “Stare con mia figlia mi fa stare bene con me stessa. Me la porto anche in palestra” aggiunge la Giarrusso sempre più sicura di aver scelto per lei anche l’uomo migliore.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.