Pretty Little Liars anticipazioni, A scatena la lite

Continua il mistero nel serial Pretty Little Liars, la cui quattordicesima puntata è stata mandata in onda lunedì sera da Mya e le anticipazioni della quindicesima puntata. Le quattro amiche sono ancora terrorizzate dal video cha hanno trovato sul pc di Spencer, in cui si vedeva Ian con Alison la notte della sua uccisione. Sono, perciò, sempre più convinte che il colpevole sia lui e decidono di portare il filmato alla polizia. Ma il giorno dopo il computer sparisce e, di conseguenza, aumentano i loro sopsetti sul cognato di Spencer, dato che abita nella stessa casa.
Intanto, all’ennesimo ballo scolastico, Aria discute con Ezra reo di essere un po’ troppo in confidenza con l’ex baby sitter della ragazza, appena tornata in città. Rischia quasi di far scoprire la loro relazione, tanto è sopraffatta dalla gelosia, ma alla fine si sistema tutto.
Emily, infelice per aver perso Maya, si ubriaca pesantemente: ha provato invano a contattarla e, quindi, comincia a pensare che la ragazza l’abbia dimenticata. Inizialmente riteneva che il problema derivasse dal blocco delle chiamate sul cellulare di Maya che le impediva di ricevere telefonate da Emily. Allora aveva pagato un certo Caleb, mago degli “aggeggi” elettronici, per risolvere la situazione. Ma una volta sistemato il telefono, Maya continuava a non rispondere. Allora ha deciso di placare il dolore del cuore con l’alcol.
Sempre al ballo, Hanna ha ricevuto diversi messaggi da “A” che la invitavano a ballare con Lucas se voleva riavere il denaro rubato dalla madre. Ciò ha provocato la rabbia di Sean e i due si sono lasciati.
Nel finale, Spencer ritrova il pc, ma il video è sparito. Resta solo una foto di Alison fuori dal capanno con un’ombra che la insegue.
E la prossima settimana? Ancora una volta “A” terrà le ragazze appese ad un filo e stavolta cercherà di metterle l’una contro l’altra. Staremo a vedere cosa accadrà…

Francesca Maceroni.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.