Katia Ricciarelli e Tina Cipollari litigano per Selfie, ci avete creduto?

Il 21 novembre 2016 è andata in onda la prima puntata di Selfie-Le cose cambiano che è stato un mix di ingredienti letali con una caratteristica principale, il trash. Ne abbiamo avuto per più di 3 ore, roba che non si vedeva in una prima serata dai tempi di Temptation Island, appunto! Tra le altre cose successe nella prima puntata condotta da Simona Ventura c’è stata anche la “litigata” che ha visto protagoniste Tina Cipollari e Katia Ricciarelli. Ma voi ci avete creduto? Iniziamo dai fatti.

I FATTI- Katia decide di aiutare, dopo un ripensamento, un uomo che vuole sottoporsi a degli interventi chirurgici per somigliare a Massimo Ghini. Non si capisce bene il perchè e il per come ma a quanto pare la Ricciarelli e lo Zar, vogliono andare oltre. Una scelta strana ma che alla fine ci può stare. Quando poi entra in studio un ragazzo giovane che chiede di essere aiutato per il suo intervento alle orecchie, ne ha solo una a sventola e l’altra no, la Ricciarelli dice che non ne ha bisogno e queste parole fatto infervorare Tina.

LA LITE, SEMPRE CHE COSI’ SI POSSA CHIAMARE- A questo punto prende la parola Tina che non usa di certo, come è nel suo stile, toni pacati dicendo di non comprendere le decisioni di Katia e la critica per quello che ha fatto, del resto questo sarebbe il ruolo della giuria. La Ricciarelli invita Tina a usare toni diversi e la Ventura le dice che Tina, essendo la “regina delle patate” può permettersi questi toni. A questo punto la Ricciarelli commenta dicendo che allora sarà lei a stare zitta e qualche secondo dopo lascia lo studio. A questo punto Tina infierisce dicendo che Katia non è la sola a lavorare e il fatto che sia un soprano non le dà il diritto di pensare di essere migliore degli altri. Un bel copione preparato. Si torna in studio dopo la pubblicità come se nulla fosse accaduto. Tutti amici come prima e la Ventura che cerca di fare da pacere dove lite non c’è comunque stata. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.