Alfonso Signorini vs Barbara D’urso: parole pesanti verso la conduttrice di Canale 5

Alfonso Signorini vs Barbara D'urso: parole pesanti verso la conduttrice di Canale 5. Una lunga lettera arriva dalla rivista Chi

C’eravamo tanto amati verrebbe da dire, ma del resto, chi segue il mondo della tv e dello spettacolo aveva intuito da tempo che i rapporti tra Alfonso Signorini e Barbara D’urso non fossero poi così idilliaci nonostante vari selfie e interviste tv. Probabilmente però negli ultimi tempi è successo davvero qualcosa tra i due, forse una rottura e in effetti basti pensare che Alfonso Signorini non era tra i presenti alla festa di compleanno della conduttrice ( non sappiamo se fosse invitato) per capire che probabilmente c’è stato uno strappo. Non sappiamo cosa sia successo ma è certa una cosa: le parole che il direttore di Chi fa arrivare proprio dal suo giornale, sanno di stoccata impietosa nei confronti della conduttrice. Tutto inizia nel salotto di Verissimo, luogo invece molto caro a Signorini e a tutte le persone che lavorano con lui. Barbara, riferendosi a una “chicca di gossip” pubblicata proprio dal settimanale Chi, in merito all’arrivo di Massimo Giletti su Canale 5, ha risposto con toni provocatori, definendo “stolte” le persone che hanno messo in giro questa voce e ribadendo il concetto che il programma fosse solo il suo. A questo punto quindi Signorini dalla sua rivista ha deciso di rispondere, sentendosi probabilmente chiamato in causa dopo le parole della conduttrice a Verissimo appunto.

LE PAROLE DI ALFONSO SIGNORINI NELLA SUA LETTERA SULLA RIVISTA CHI

“Ora io non entro nel merito della suprema bravura o della cialtroneria della conduttrice: ognuno riguardo alla D’Urso, come su chiunque altro, è libero di pensarla come vuole, e ci mancherebbe. Ma in quel discorso ci sono due concetti che mi inquietano non poco: “mia” e “per sempre”. Vorrei ricordare che il concetto di proprietà di un programma è quanto di più antidemocratico possa esistere. Intanto perché un programma non è solo di chi lo conduce, ma anche (se non soprattutto) di chi lo fa, a cominciare dagli autori.”

Sono parole che di certo non sono quelle di un amico, anzi. Signorini lancia l’affondo e continua:

“Certo tutto questo cozza con il protagonismo del conduttore, ma vorrei ricordare alla signora D’Urso che la tv non è di nessuno, che la storia del piccolo schermo è piena di volti che si sono accesi e che si sono spenti nel giro di poco, pochissimo tempo. Qualcuno, poi, come lei, è più bravo di altri, porta a casa gli ascolti (i veri e unici padroni del palinsesto) e resiste nel tempo, ma nulla è per sempre.”

E già nulla è per sempre ma su Canale 5 ormai questa egemonia, complici anche gli ascolti ottimi di Canale 5 ( o forse quelli deludenti degli altri Canali) non sembra esser destinata a interrompersi, anzi. Signorini vuole ricordare alla conduttrice che esiste una vita anche fuori dalla tv e le consiglia di rendersene conto. Va detto a onor del vero che la conduttrice ha una sua vita privata molto piena, tra la balera nel fine settimana e poi le lunghe vacanze nei periodo di riposo…Ha il fisico che le permette di stare tanto tempo in tv e questo non è da tutti. Signorini però conclude la sua lettera: 

“Anche quando passi sette giorni su sette in uno studio tv, correndo il rischio di avere seri problemi di connessione con la realtà.”

Barbara D’Urso ignorerà queste parole come spesso fa oppure troverà il modo di rispondere alle parole di Signorini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.