Povia a Vieni da me, l’incidente in cui è morto un amico: “Eravamo ubriachi fradici e non solo” (Foto)

povia incidente

Non è una novità che la vita di Povia non sia sempre stata semplice e senza errori, nel suo passato anche la droga e ne parla a Vieni da me dosando bene le parole (foto). Ospite del programma di Caterina Balivo il cantante, che nelle sue canzoni non parla solo d’amore ma affronta temi che suscitano polemiche e che lo rendono non sempre “idoneo” ai vari programmi ed eventi, ha ricordato l’incidente in cui morì un suo caro amico. Fu quella la molla che lo fece scattare convincendolo a cambiare vita. Nel videomessaggio inviato dai suoi genitori anche loro fanno riferimento ai suoi “momento così e così” ma Povia affronta il discorso diretto senza nascondersi e alla domanda su quale sia stato l’errore più grande della sua vita non ha dubbi: “Avvicinarmi alle sigarette e all’uso di alcol e altre cose… Guardavo i modelli che passa la tv, i media. Ascoltavo i Nirvana, i Pink Floyd e altro…”. Niente da dire sulla loro grande musica ma per il resto pensa non fossero un buon esempio.

POVIA COME E’ USCITO DALLA DROGA CAMBIANDO VITA?

Era il 1992 e in un incidente stradale perse un suo caro amico, erano insieme in macchina: “Eravamo ubriachi fradici e non solo… Il mio amico è morto ed è lì che è cambiata la mia vita”. Non vuole certo essere un esempio negativo, anzi vorrebbe che in tv e sui giornali ogni girono si parlasse degli incidenti mortali causati dalle droghe e dall’alcol, soprattutto che si parlasse delle vittime di chi è ubriaco, di chi perde la vita per colpa di chi beve o altro. Ne è uscito completamente da molto tempo, ha avuto la forza di cambiare ma vorrebbe una propaganda diversa per i giovani.

Sente di avere deluso un po’ i suoi genitori perché è andato via di casa troppo presto ma servivano i soldi, in casa non bastavano. A 14 anni ha iniziato a lavorare, a 20 era già lontano dalla sua famiglia.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.