Sanremo 2020: la classifica della prima serata, FLOP di Achille Lauro

Si è conclusa la prima delle cinque serate del Festival di Saremo 2020. Dopo la doppia sfida per il torneo delle Nuove Proposte, l’ascolti dei dodici brani dei Big e dopo una caterva di ospiti, a fine serata è giunto il momento della prima classifica. Oramai all’una di notte inoltrata, Amadeus assieme a Fiorello e alle sue due co-conduttrici hanno sfogliato i risultati della classifica demoscopica svelato l’intera classifica, dalla prima alla dodicesima posizione.

A sorprendere sono soprattutto i brani finiti agli ultimi cinque posti. Non da meno, a gran sorpresa, sono Le Vibrazioni che contro ogni pronostico svettano addirittura al primo posto grazie ad una performance arricchita da un “cantante LIS”, ovvero della lingua dei segni.

Sanremo 2020: la classifica della prima serata

Primi classificati, come già detto, sono Le Vibrazioni con il brano “Dov’è”. Segue al secondo posto Elodie con “Adromeda”. Medaglia di bronzo per la demoscopica è il cantautore Diodato con “Fai rumore”. Seguono Irene Gradi con “Finalmente io” e Marco Masini con “Il Confronto”.

Fuori dalla Top 5 il vincitore della scorsa edizione di Amici di Maria De Filippi, alias Alberto Urso, con il brano “Il sole ad est”. Un gradino sotto il povero Raphael Gualazzi – esibitosi per ultimo a notte fonda – con la divertente “Carioca”. Dev’essere certamente “Rosso di Rabbia” Anastasio per l’ottavo posto.

Un sonoro flop per gli ultimi quattro classificati: Achille Lauro al nono posto con “Me ne frego” e il siparietto virale dello spogliarello in diretta televisiva; decima posizione per Rita Pavone e la sua “Niente (Resilienza 74)” in cui si scaglia anche contro L’Isola dei Famosi. Malissimo Riki con “Lo sappiamo entrambi”. 12esimo ed ultimo classificato è il brano “Sincero” del duo Morgan e Bugo.

Ovviamente questo è solo il voto della Giuria Demoscopica che, nelle prossima puntate, verrà unito al voto delle altre giurie così da decretare la classifica definitiva. Questa prima classifica è dunque solo un piccolo specchietto di quello che possono essere i gusti dei fruitori di musica e solo dopo il primo ascolto. Tutti i brani in gara nella prima serata sono potenzialmente in grado di scalare la classifica o mantenere un ottimo piazzamento.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.