Antonella Elia: “La malattia è sempre devastante, il mio essere donna è volato via”