Nicola Pisu a Verissimo: “Al liceo mi sputavano addosso e mi picchiavano, mamma mi ha salvato”

Nicola Pisu droga

Uscito dalla casa del GF Vip anche Nicola Pisu entra nello studio di Verissimo e confida a Silvia Toffanin il suo passato. Dal bullismo subito e che solo di recente ha confidato a sua madre, alla denuncia fatta da Patrizia Mirigliani. Una famiglia nota che ha portato alla luce problemi che possono riguardare chiunque. La partecipazione di Nicola Pisu al reality show di Canale 5 sembra avergli fatto bene, è stato forse anche un modo per raccontarsi o per iniziare a farlo. Domani 20 settembre l’ex gieffino sarà ospite a Verissimo. Nicola Pisu racconta il difficile percorso della sua vita, il bullismo subito al liceo, il tunnel della droga. Aveva 18 anni, tornava a casa piangendo ma non ha mai raccontato niente.

Nicola Pisu: “Frequentavo persone più grandi di me”

“Al liceo venivo bullizzato perché ero timido. Mi sputavano addosso e mi picchiavano. Tornavo a casa piangendo, ma non avevo il coraggio di dirlo a nessuno. Avevo voglia di scomparire. Pregavo che non mi accadesse niente di grave. Provavo vergogna. A mia mamma ho raccontato tutto questo solo qualche mese fa” racconta spiegando perché poi è caduto nella tossicodipendenza.

“Frequentavo persone più grandi di me. Mi era mancata una figura paterna e cercavo dei punti dei rifermento che non avevo. Nella mia fragilità mi sono fatto trascinare. Inizialmente non volevo farlo ma per stare nel gruppo alla fine ci sono cascato. Nel tempo è diventata una dipendenza vera e propria”.

Confessa che stava tra la vita e la morte, che ha toccato il fondo: “A volte per esasperazione mia mamma mi diceva che avrebbe preferito che morissi piuttosto che essere ucciso dalla droga”. La comprende, oggi le dice grazie: “Dopo questi anni bui, adesso finalmente ci siamo ritrovati. Denunciarmi era l’unico gesto che poteva fare, mi ha salvato. Oggi non ho più tentazioni perché ho toccato così tanto il fondo che solo il pensiero mi agita. Mi sono perso tanti anni di vita”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.