Trattamenti sbiancanti dei denti: quali i danni?

Avere un sorriso luminoso e denti bianchi è il sogno di tutti, ma quali sono i danni per il trattamento sbiancante? Sfoggiare infatti una dentatura giallastra o ingrigita dal tempo o da particolari abitudini alimentari e non può rovinare qualsiasi sorriso, anche il più bello. E allora via a trattamenti sbiancanti, sia dal dentista che fai da te, per riuscire a riportare i propri denti al colore naturale, se non un po’ troppo oltre, ad ogni costo. Ci siamo mai chiesti se questi trattamenti facciano male ai nostri denti o meno?

Innanzi tutto è bene specificare che in natura non esistono denti bianchissimi, è normale che essi presentino discromie e che ad esempio i canini siano di un colore più intenso rispetto a tutti gli altri denti. Secondo poi, è bene ricordare che prima di arrivare alla condizione di avere una dentatura poco attraente, si dovrebbe pensare di intervenire in modo preventivo curando attentamente la nostra igiene orale, evitando di fumare e bere troppi caffè o bevande gassate che tendono a corrodere lo smalto e a rovinare l’aspetto dei nostri denti come anche la loro salute.

Detto questo, i trattamenti sbiancanti non sembrerebbero essere più di tanto dannosi per i denti. Sì quindi all’ortodonzia cosmetica in caso di denti rovinati e da rinvigorire. Pulizia dei denti o trattamenti a base di radiazioni solari possono essere una soluzione valida e poco invasiva. Successivamente a trattamenti di questo genere è piuttosto normale avvertire una sensazione di ipersensibilità dentale che però tende a sparire nell’arco di pochi giorni.

Un po’ diverso è il discorso per i prodotti “fai da te”. In questo caso la scelta deve essere oculata. Quando a gestire lo sbiancamento dei denti non sono le mani di un esperto infatti, si rischia di far danni se si usano i prodotti sbagliati. Si può rischiare ad esempio di danneggiare lo smalto dei nostri denti e di predisporli alla carie.
Qualsiasi trattamento sbiancante poi, a maggior ragione se fatto in casa, è sconsigliato alla presenza di ponti, otturazioni o gengiviti. Insomma, prima di agire in qualsiasi modo è d’obbligo una visita dal dentista.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.