Le scarpe del trekking e la pulizia: come farla

pulire scarpe da trekking

Come pulire le scarpe da trekking? La cura degli scarponi è molto importante e non dovrebbe mai essere trascurata. Dopo ogni escursione, è bene ricordare di eseguire un’accurata pulizia. In particolare, è consigliato esporle all’aria aperta, in modo che asciughino bene l’umidità che si è creata al loro interno. Prima di fare ciò, ricordate di rimuovere il sottopiede e di allentare i lacci. Ma questo, come potrete immaginare, non è di certo l’unico passaggio da eseguire per prendersi cura delle scarpe da trekking. Una pulizia attenta e accurata allungherà sicuramente la vita dei vostri scarponi. Vediamo ora insieme come pulirle in modo efficace e semplice.

Pulizia scarpe da trekking: come farla in modo accurato

Bisogna sempre dare importanza alla pulizia delle scarpe da trekking. Dureranno più a lungo e non avrete problemi a indossarle tutti i giorni, ogni volta che avrete bisogno di loro. Rappresentano un accessorio indispensabile per chi ama fare le escursioni, come lo zaino. Dopo averle acquistate e utilizzate, non potete abbandonarle al loro destino. Ci sono dei passaggi che bisogna eseguire per pulire accuratamente le scarpe da trekking.

  • Rimuovete innanzitutto tutto ciò che è rimasto incastrato nella suola, come i sassi.
  • Pulite la tomaia, eliminando sporcizia e fango. Utilizzate una spazzola e acqua calda. Se avete intenzione di usare anche dei detergenti, fate sempre attenzione al materiale della tomaia. In base a esso acquistate i prodotti più adatti, al fine di non commettere errori.
  • Si passa ora all’interno della scarpa. Rimuovete il plantare, per capire se sono entrati sedimenti, che con il passare del tempo potrebbero creare dei danni alle membrane interne.
  • Se internamente notate delle zone sporche, è necessario procedere con il lavaggio. Anche in questo caso, usate una spazzola e l’acqua. È possibile lavare con il sapone da bucato, solo se la fodera è in pelle. Dunque, bisogna sempre essere sicuri del materiale che si va a trattare. In determinati casi, può essere utilizzata solo l’acqua.
  • Il lavaggio è così concluso e bisogna ovviamente passare all’asciugatura. Rimuovete la soletta e lasciate asciugare a temperatura ambiente, possibilmente in una zona areata, non colpita dal sole e da altre fonti di calore. Questi potrebbero, infatti, creare dei danni.
  • Se il vostro intento è quello di eliminare i cattivi odori, allora affidatevi ai prodotti giusti. Quando il problema si presenta, è possibile usare una piccola quantità di bicarbonato di sodio o borotalco, ma non troppo spesso. Solitamente arieggiare la scarpe è una soluzione sufficiente per evitare i cattivi odori, provocati principalmente dal sudore dei piedi e dalla proliferazione di batteri.

Questi sono gli accorgimenti più utili da tenere a mente e mettere in pratica per effettuare la pulizia delle scarpe da trekking. Ma ogni quanto andrebbe eseguita? Consigliano dopo ogni escursione effettuata in posti fangosi oppure quando le scarpe appaiono sporche. Cercate, se possibile, di rimuovere il fango ancora prima che si asciughi, così da rendere la pulizia più semplice e veloce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.