La stella di Natale ottima idea regalo: scopriamo la leggenda e come curarla

La stella di Natale ottima idea regalo. Essa ha due leggende dietro di sè; scopriamo insieme la storia e come curarla per farla vivere più a lungo possibile

La Stella di Natale una pianta che in questo periodo natalizio ci viene regalato o ci piace tanto regalare.  Vediamo però come curarla e farla restare in vita il più a lungo possibile. Qualche piccolo consiglio. Prima vogliamo raccontarvi di questa meravigliosa pianta.  La stella di Natale era coltivata già da Indios e Aztechi, per loro era un fiore simbolo di purezza il cui colore rosso intenso riportava alle gocce di sangue di una dea morta per amore. La leggenda messicana più famosa che avvolge la pianta è questa: si dice infatti che molti secoli fa, durante la notte di Natale, in chiesa, una bambina molto povera desiderava mostrare a Gesù il proprio amore, ma non sapeva come fare.

Una voce però le suggerì di uscire e di raccogliere un fascio di sterpi e erbe che, depositate sull’altare, si trasformarono in meravigliose stelline rosse. Ecco qui il perché del suo nome. La cosa più importante da sapere sulla stella di Natale è che necessita di pochissima acqua.

Le decorazioni natalizie con gli anelli delle tende leggi qui

Le sue origini messicane, infatti, la rendono uno dei fiori più resistenti alla siccità, bagnarla troppo potrebbe rivelarsi davvero dannoso! Vi consigliamo di innaffiarla solamente quando il terriccio del vaso è quasi asciutto e prestate molta attenzione a non far cadere acqua sulle foglie e a non lasciare ristagni di liquidi nel sottovaso. Eventuali residui idrici potrebbero farla marcire in pochissimo tempo rovinandola irreparabilmente. L’ideale sarebbe portarla in una zona della casa ben soleggiata e arieggiata durante l’inverno, uno spazio ombreggiato in balcone o nel giardino durante il periodo caldo e primaverile. Quando arriverà l’autunno portatela nuovamente all’interno dell’abitazione. Il rinvaso, invece, non sarà necessario sino all’arrivo dell’estate. Quando le foglie rosse cadranno, poco prima dell’arrivo della stagione calda, dovrai spostarla in un vaso non troppo grande, lievemente più ampio di quello originario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.