Epifania, ecco perché si festeggia la Befana: scopriamo la sua storia

epifania befana

L’Epifania tutte le feste si porta via. Questo è il detto che viene in mente quando si pensa alla Befana. Ma perché si festeggia? Ogni anno riempiamo le calze di caramelle senza ben sapere perché stiamo festeggiando. La prima cosa da sapere è che il 6 gennaio è il giorno in cui si festeggia la visita dei tre Re Magi al neonato Gesù Bambino. Dunque si tratta di una festa di origine cristiana. Attualmente si festeggia però pensando solamente alla vecchia nonnina che porta le caramelle ai bravi bambini e il carbone a quelli cattivi. La Befana viaggia di casa in casa a cavallo di una scopa e il suo aspetto non è particolarmente bello. Ma qual è la storia della Befana? Scopriamolo.

LA STORIA DELLA BEFANA, PERCHE’ SI FESTEGGIA NEL GIORNO DELL’EPIFANIA?

Ci sono molte leggende riguardanti la figura della Befana. Si sovrappongono tradizioni sia cristiane che pagane. Quella maggiormente riconosciuta riguarda però una tradizione dei Romani. Quest’ultimi omaggiavano Madre Natura all’inizio del mese di gennaio, 12 giorni dopo il solstizio d’inverno. Dunque festeggiavano la morte e la rinascita della natura. La dea Diana veniva considerata come la divinità della vegetazione e, volando, portava la fertilità alle terre dei Romani. A partire dal IV sec. d.c., la Chiesa di Roma iniziò a condannare questa tipologia di credenze pagane e dunque la dea Diana, da divinità da venerare, viene legata alla stregoneria perché capace di volare. Insomma, cambia anche la sua immagine e diviene una vecchia strega.

Ma perché questa vecchietta, ritenuta una strega, diviene il simbolo dell’Epifania con il passare degli anni? La chiave per comprenderlo starebbe nel termine “epifàneia” e in un’altra leggenda. In greco antico questa parola si riferiva ad un’apparizione e dunque è stata utilizzata per indicare l’arrivo dei Re Magi da Gesù, portando oro, incenso e mirra al nascituro. A quanto pare i Re Magi, secondo la leggenda, nel corso del loro cammino avrebbero incontrato una vecchia signora a cui chiesero la strada giusta. Questa vecchietta si sarebbe rifiutata di dare indicazione ai tre Re Magi. Pentendosi del suo comportamento però, mise dei dolci in un cesto e li cercò non riuscendo a trovarli. Da quel momento in poi la vecchietta gira per il mondo in questa giornata portando dolci ai bambini per cercare di farsi perdonare.

Insomma, ecco perché si festeggia la Befana e per quale motivo il simbolo di questa festa sia una strega con una scopa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.