Cellulite: combatterla con i fanghi vulcanici

I fanghi vulcanici sono un ottimo rimedio naturale contro la cellulite e le smagliature. Come ben sappiamo, questi inestetismi creano non pochi problemi alle donne, che da sempre cercano una soluzione efficace per porvi rimedio. Con i fanghi vulcanici, si può far fronte alla cellulite, grazie allo zolfo presente in essi, il quale ha il pregio di essere assorbito velocemente dalla pelle. I fanghi vulcanici, per le loro proprietà curative, sono utilizzati in tutti i centri estetici, in quanto efficaci contro la ritenzione idrica e importanti nel trattamento anticellulite. Sono ricchi di sali minerali presenti nella terra lavica, e si trovano nelle zone di origine vulcanica. Dunque, se volete combattere la cellulite in modo del tutto naturale, vi consigliamo di provare un trattamento estetico con fanghi vulcanici, in quanto può rivelarsi efficace, e non è eccessivamente costoso.

In cosa consiste un trattamento anticellulite a base di fanghi vulcanici? Innanzitutto è necessario preparare la pelle, esfoliandola; dopo l’esfoliazione, deve essere effettuato un massaggio linfodrenante. In seguito, si può procedere con l’impacco a base di fanghi vulcanici, che deve essere caratterizzato da una consistenza molto cremosa. Il processo che avviene, nella lotta contro la cellulite, è l’osmosi. In cosa consiste? I sali minerali contenuti nel fango assorbono i liquidi che ristagnano al di sotto della cute, e in tal modo si noterà una riduzione evidente dei gonfiori e degli edemi. Inoltre viene stimolato anche il metabolismo cellulare e di conseguenza il naturale smaltimento di grassi e liquidi in eccesso. L’impacco con fanghi vulcanici va tenuto in posa per circa 3/4 d’ora, ma l’effetto benefico continua anche dopo la fine del trattamento. Tolto l’impacco, per rendere ancora più efficace l’azione anticellulite, si prosegue applicando sulle zone da trattare un gel drenante.

Altri metodi per combattere la cellulite, possono essere la tisana agli agrumi fai da te, e la cavitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.