Le barzellette più simpatiche da insegnare ai bambini

Le barzellette possono ricoprire un ruolo pedagogico, basta sapere scegliere quelle giuste da insegnare ai bambini: vediamo alcune tra le più buffe e indicate per i piccoli!
barzellette

La barzelletta può avere anche un ruolo pedagogico nella vita dei bambini purché sia simpatica e non volgare. Ecco perché le mamme possono sfruttare questo giochino per ridere insieme ai loro piccoli e al tempo stesso insegnare loro qualcosa di importante. Come dicevamo, l’aspetto che fa la differenza è scegliere la barzelletta giusta a seconda dell’età. Via i doppi sensi, via le parolacce e spazio alle barzellette semplici e divertenti che allo stesso tempo possono anche aggiungere qualcosa alla conoscenza dei piccoli. In giro ce ne sono tante da poter imparare e poi tramandare ai più piccoli che a loro volta potranno sfruttarle per divertirsi insieme agli amichetti. Vediamo quali potrebbero essere le barzellette più buffe e simpatiche da insegnare ai vostri bambini per creare un momento divertente nel corso della giornata e spezzare così la monotonia!

1. Dopo una gara con le macchinine, un bimbo torna a casa triste e la mamma gli chiede:
Tesoro perché sei triste?
Perché alla gara sono arrivato secondo!
La mamma risponde:
Ma tesoro, non si può arrivare sempre primi! Anche essere secondi è un ottima classificazione!
Sì lo so! Ma non se a giocare sono solo due persone!!!

SILVIO BERLUSCONI BARZELLETTE: INEDITI A LUCI ROSSE CON GLI STUDENTI

2. Tre calzolai di una stessa via mettono dei cartelli davanti ai loro negozi per attirare i clienti.
Il primo scrive: Qui il calzolaio più bravo del mondo!.
Il secondo: Qui il calzolaio più bravo dell’universo!
Il terzo, più furbo, scrive: Qui il calzolaio più bravo…della via!

3. Un signore vede dalla parte opposta
della strada un tizio che gli sembra un
suo vecchio amico. Attraversa e gli dice:
Mario, mio vecchio amico, come sei
cambiato!
Ma… veramente…
Prima eri alto, ora sei basso; prima eri grasso, ora
sei magro…
Ma io mi chiamo Giovanni!
E hai pure cambiato nome!

4. Qual è la città preferita dai ragni? Mosca!

5. Lezione di matematica. La maestra decide di interrogare Pierino: Pierino dimmi , hai 100 euro nella tasca destra e 50 in quella sinistra, che cos’hai in tutto??? E Pierino: I pantaloni di qualcun altro, signora maestra!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.