Cestino dei tesori per i bimbi piccoli, ecco perché si usa e come prepararlo


Cestino dei tesori per i bimbi piccoli, ecco perché si usa e come prepararlo

Avete mai sentito parlare del cestino dei tesori per far giocare i bimbi piccoli? Se volete saperne di più, siete nel posto giusto. Oggi infatti vi spieghiamo perché il cestino dei tesori è un’attività stimolante e rilassante e anche come prepararlo nel modo giusto. In effetti questo gioco favorisce lo sviluppo di tutti i sensi del bambino, fin da quando è molto piccolo, ed inoltre è facile realizzarne uno in casa scegliendo semplicemente gli elementi giusti.

COS’E’ IL CESTINO DEI TESORI E COME PREPARARLO

Per realizzare un cestino dei tesori, ciò che serve è sicuramente un cesto di vimini o anche di un altro materiale naturale. Al suo interno vanno messi alcuni oggetti che si utilizzano nella quotidianità, purché siano realizzati con dei materiali naturali quali la carta, la stoffa, il legno e via dicendo. In questo modo i bimbi piccoli potranno sviluppare la loro curiosità e concentrarsi nel toccare gli oggetti, annusarli, sentire che rumore fanno e soprattutto scegliendo ciò che più preferiscono in quel momento. Dunque un cestino dei tesori ben fatto contiene al suo interno degli oggetti in grado di sviluppare tutti e cinque i sensi, quindi vista, udito, gusto, olfatto e tatto.

Ovviamente gli oggetti devono avere delle dimensioni tali perché siano sicuri e non possano essere ingoiati dai bimbi piccoli.

Tra le cose che si possono mettere nel cestino dei tesori ci sono le conchiglie, i gomitoli di lana, pennelli d barba, pigne, sonagli, anelli delle tende, mollette per il bucato, coperchi dei vasetti, cucchiai, pentolini, scatole di metallo, palle da tennis.

L’ETA’ ADATTA PER INTRODURRE IL CESTINO DEI TESORI

Questo gioco può essere inserito a partire dai 6 mesi, o comunque dal momento in cui il bambino è in grado di stare seduto da solo.

Lo aiuterà a sviluppare la capacità di manipolare gli oggetti e di afferrarli. Questo gioco è molto utile e stimolante in quanto i bambini piccoli possono farlo in autonomia, scegliendo ciò che preferiscono, afferrando gli oggetti e “studiandoli”. Ovviamente i genitori dovranno sempre essere nelle vicinanze del bambino così da intervenire qualora fosse necessario. Può essere utile di tanto in tanto togliere qualche oggetto e inserirne qualcuno nuovo, così che il bambino possa essere incuriosito dalle novità.

Foto: Baby Jungle house

Commenta l'articolo


  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.:03370960795 - iscrizione REA: 307423