Funghi in gravidanza: si possono mangiare?


funghi gravidanza

I funghi in gravidanza si possono mangiare? La gravidanza non è una malattia, ma controllare meticolosamente ciò che si mangia è molto importante. Dunque una donna in dolce attesa si chiede continuamente cosa possa o meno mangiare. Uno degli alimenti su cui possono sorgere dei dubbi, sono sicuramente i funghi e in effetti per alcuni esperti si possono mangiare, mentre altri li sconsigliano. Vediamo perciò quali sono le cose da sapere sui funghi in gravidanza.


FUNGHI IN GRAVIDANZA: ECCO LE COSE DA SAPERE

I funghi sono un alimento che contiene molti minerali, quali potassio e fosforo, e contengono poche calorie. Mangiarli non ha controindicazioni in linea generale, ma è sempre importante consumarli in sicurezza. Infatti bisogna essere certi della provenienza dei funghi ma anche della loro tipologia. In caso contrario, si possono rischiare intossicazioni alimentari più o meno gravi, ma anche gastriti e problemi a livello digestivo. Queste cose preoccupano normalmente le persone, ma il problema diventa più serio nel caso di una donna incinta.

Una cosa importante da sapere riguardo il consumo dei funghi in gravidanza è quella di assumere quantità limitate, non più di 200 grammi a settimana. Questo alimento contiene infatti metalli pesanti in concentrazioni abbastanza elevate.

La prima regola da seguire se si vogliono mangiare i funghi in gravidanza, è quella di stare alla larga da quelli raccolti nei boschi da amici e parenti, perché non si può avere la certezza assoluta del fatto che non siano velenosi. Prima di assumere dei funghi, bisogna essere assolutamente sicuri che non siano appunto velenosi, tossici o comunque nocivi per la salute.

Per mangiare funghi in gravidanza, meglio scegliere prodotti certificati. Secondo il Ministero della salute, al fine di evitare un’intossicazione a causa dei funghi, nel corso della gravidanza è meglio evitare di mangiare porcini e oculi. Inoltre i funghi devono essere stati lavati accuratamente e devono essere ben cotti prima del consumo. La cottura minima deve essere di 5 minuti in quanto questa porta a eliminare le sostanze nocive, almeno in parte. Questo non significa però che cuocere i funghi elimini ogni rischio. Se sono velenosi, lo rimangono anche dopo la cottura.

Insomma, secondo alcuni esperti i funghi si possono mangiare in gravidanza purché si presti molta attenzione. Altri sconsigliano di farlo per evitare problemi a mamma e bambino. Sicuramente sarà il medico che ha in cura la donna a fornire indicazioni su quali alimenti assumere e quali evitare nel corso dei nove mesi.


Leggi altri articoli di Mondo Mamma

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close