Come prendere un neonato in braccio il nel modo giusto

Scopriamo come prendere un neonato in braccio sostenendolo in modo giusto
neonato in braccio

Come prendere un neonato in braccio nel modo giusto? E’ questo che si chiedono i neo genitori alle prese con il piccolo ma anche le altre persone a cui viene concesso di tenere tra le braccia un bambino così piccolo. In effetti i neonati sono così piccoli e sembrano tanto fragili. Prenderli in braccio significa prestare davvero tanta attenzione, perché i bambini non sono di certo dei bambolotti, contrariamente a quanto molte persone pensino. Dunque scopriamo qual è il metodo giusto per tenerli sostenendo nella maniera adeguata il loro piccolo corpicino.

Come prendere in braccio un neonato: l’istinto materno

Per una neo mamma che ha appena partorito, con gli ormoni che fanno brutti scherzi, un gesto così semplice come prendere in braccio il suo bambino può sembrare tanto difficoltoso. In realtà la prima cosa da sapere è che l’istinto materno esiste. Già, una mamma, nella maggior parte dei casi, si rende perfettamente conto di come tenere il suo piccolo tra le braccia senza fargli del male. Nessuno meglio di lei lo conosce, perché hanno vissuto in simbiosi per ben 9 mesi. Dunque parenti, amici e conoscenti: cercate di tenere la bocca chiusa perché i consigli non desiderati possono mandare in crisi una mamma alle prime armi. Lasciate che abbia il tempo di guardare e capire il suo bambino, scoprire come tenerlo per calmarlo e via dicendo. Sicuramente voi non saprete farlo meglio di lei.

Lo stesso discorso vale anche per il papà che deve avere il tempo di capire come tenere il proprio bambino. Al pari della mamma, è fondamentale il contatto fisico per creare un attaccamento.

Come sollevare e tenere un neonato tra le braccia

Quando si prende un bimbo piccolo, appena nato, in braccio, bisogna sostenere la sua testa sempre e comunque. Dunque, se lo prendete mentre è sdraiato, mettete una mano sotto al sederino e una sotto alla sua testa. Per tenerlo, invece, la mamma e il papà possono metterlo “cuore a cuore” sostenendo anche in questo caso la testa. La mano va messa tra la testa e il collo. Un neonato non è ancora in grado di tenere la testa dritta, e dunque questa rischia di andare indietro. Altro modo per tenerlo è tra le braccia, così che venga sostenuto tutto il suo corpo.

Tenere in braccio un neonato significa viziarlo?

Tenere tra le braccia un bambino significa tutt’altro che viziarlo. Appena nati i bambini hanno bisogno di essere “contenuti” dopo essere stati per nove mesi in un ambiente ristretto. Dunque teneteli in braccio quanto volete perché viziare un bambino così piccolo è un concetto davvero inesistente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.