Globuli bianchi alti in gravidanza: c’è da preoccuparsi?

Globuli bianchi alti in gravidanza

Globuli bianchi alti in gravidanza: c’è da preoccuparsi? E’ questa una delle domande più frequenti che si pongono le donne in dolce attesa quando ritirano i referti degli esami del sangue e si trovano a leggere valori molto alti di leucociti (altro modo di chiamare i globuli bianchi). Prima di andare nel pallone, tirate un bel respiro! I globuli alti durante i nove mesi di gestazione sono una condizione più frequente di quanto si possa pensare e in molti casi questa condizione non rappresenta di per sé un problema. Ovviamente, il consiglio è quello di ascoltare il parere del vostro ginecologo di fiducia che saprà fornirvi i migliori consigli da seguire.

Globuli bianchi alti in gravidanza: che vuol dire?

In generale possiamo dire che l’aumento dei leucociti circolanti nel sangue può essere spia di una malattia infiammatoria o infettiva in corso. In alcune circostanze, la leucocitosi è una caratteristica transitoria e assolutamente benigna che può essere tenuta sotto controllo e non dà problemi e che può essere spesso causata da stress, paura ma anche da un esercizio fisico intenso oppure da qualche malanno invernale (un semplice mal di gola può, per esempio, causare un innalzamento dei leucociti).

Ma cosa vuol dire sei i globuli bianchi si alzano in gravidanza? E’ pericoloso per la salute della mamma e del bambino? Il riscontro di valori alti di leucociti (o globuli bianchi) in gravidanza è un evento che nella gran parte dei casi è del tutto fisiologico ed è dovuto da quel meccanismo di difesa che scatta per proteggere la gestante e il feto dagli attacchi di agenti patogeni in una fase molto particolare e delicata, come appunto quella della gravidanza.

Gli esami del sangue ai quali la donna incinta si sottopone spesso nel corso della gravidanza, evidenzieranno un aumento lento ma progressivo dei globuli bianchi (con particolare innalzamento dei neutrofili). Se in una donna non incinta i valori normali oscillano fra i 5.000 e i 10.000 globuli bianchi per millimetro cubo di sangue, nella donna in gravidanza questi valori mutano arrivando a raggiungere quota 16mila nel terzo trimestre.

Anche se nella maggior parte dei casi l’innalzamento dei valori è del tutto fisiologico, occorre non peccare di superficialità. E’ sempre bene, infatti, consultare il ginecologo che saprà certamente individuare eventuali altre cause (patologiche in questo caso) che potrebbero determinare un aumento dei globuli bianchi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.