I benefici dello yoga prenatale in vista del parto

yoga prenatale

I benefici dello yoga prenatale in vista del parto sono davvero tanti, ecco perché le donne in dolce attesa dovrebbero prendere in considerazione l’idea di affidarvisi per affrontare nel migliore dei modi l’importante momento della nascita del loro bebè. Lo yoga prenatale aiuta a rilassarsi e può essere fatto insieme al partner che, così, non sarà impreparato nel caso in cui decida di assistere al parto.

Benefici yoga prenatale, alleato di corpo e mente

Lo yoga è una disciplina che aiuta il corpo e la mente a agire in sintonia. Ecco perché risulta particolarmente indicato in gravidanza, nel lungo percorso che porta alla nascita del piccolo.

La futura mamma, grazie a specifici esercizi, trova il suo equilibrio, rilassa la mente e il corpo e si appresta ad affrontare il parto naturale nel migliore dei modi, riducendo al minimo l’ansia e acquisendo maggiore consapevolezza del proprio corpo. Proprio questo punto è molto importante per capire a pieno i benefici dello yoga durante la gravidanza. Acquistando sicurezza nel proprio corpo, la donna prova meno paura in vista del parto che resta spesso una vera e propria incognita per le donne in dolce attesa e frutto di ansie e numerosi dubbi.

L’attesa di un bimbo che arriverà è infatti un momento carico di belle emozioni ma anche di molte paure rispetto al percorso stesso della gravidanza. Lo yoga prenatale combina il lavoro muscolare dolcemente (“asana”, o posture) alla regolazione del respiro (pranayama) con il chiaro obiettivo di consentire alla donna incinta di sentirsi rilassata aiutandola ad alleviare i suoi disturbi minori e mantenendo l’attività fisica. Il movimento è infatti molto importante in gravidanza e – a meno di diverse indicazioni del ginecologo di fiducia – deve essere sempre fatto. Lo yoga in questo senso rappresenta una delle migliori alternative: esercizi “dolci” che poco impattano sul fisico ma che allo stesso tempo lo aiutano a distendersi.

Quali sono tutti i benefici dello yoga prenatale? E’ l’ideale per chi soffre di dolori articolari e legamentosi, mal di schiena e gambe pesanti, tutti disturbi particolarmente frequenti in gravidanza. E ancora, aiuta a controllare lo stress attraverso la respirazione, a migliorare la circolazione e regolarizza l’intestino contrastando la stitichezza, altro problema molto frequente nelle donne in dolce attesa.

Yoga prenatale, come funziona

Ogni sessione di solito inizia con alcuni esercizi di respirazione che aiutano a aumentare la consapevolezza del proprio corpo. Gli esercizi di respirazione, se bene eseguiti, si riveleranno particolarmente utili durante il travaglio, per gestire al meglio le contrazioni. Lo yoga prenatale può essere fatto anche a casa, con sessioni di 15-20 minuti al giorno. Meglio ancora se insieme al futuro papà che, così, si farà trovare pronto per aiutare la propria compagna al momento del parto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.