S.O.S gravidanza: perché si fa la curva glicemica?

perché curva glicemica

La curva glicemica è uno degli esami più importanti da effettuare nel corso della gravidanza, in genere tra la 26esima e la 28esima settimana di gestazione. E’ un esame semplice e non invasivo, utile per capire se l’organismo riesce a usare bene gli zuccheri assunti con gli alimenti. Sulla curva glicemica se ne sentono di tutte e di più: ci sono donne che sostengono molto bene questo esame, altre che invece accusano un po’ di nausea o magari vomito. Il consiglio, quando siete prossime a questo passaggio importante, è quello di non stare ad ascoltare i pareri delle altre. Ogni storia è a sé e nella maggior parte dei casi la curva glicemica non dà alcun tipo di effetto collaterale ma si rivela invece un esame molto importante per l’andamento della gravidanza. 

Curva glicemica, in cosa consiste

Come anticipato, la curva glicemica serve a fornire una eventuale diagnosi di diabete gestazionale, condizione che, nel caso, andrebbe tenuta sotto controllo in gravidanza per la salute del bambino e della mamma con uno stile di vita corretto e un po’ di movimento utile a abbassare alcuni valori. In cosa consiste nel dettaglio la curva glicemica?

Alla futura mamma viene misurata la glicemia a digiuno mediante un prelievo del sangue. Se questo primo dato è inferiore a 126 mg/dl, si procede alla seconda fase del test che prevede l’assunzione di un bicchiere abbondante (300-500 ml) di soluzione contenente 75 g di glucosio. Si tratta di un liquido piuttosto denso che, in alcuni casi, può dare nausea. Ma non sempre, per cui state tranquille senza farvi prendere da inutili preoccupazioni, nella maggior parte dei casi non si riscontrano problemi. Questa soluzione molto dolce può essere bevuta in piccoli sorsi o tutta d’un fiato, a seconda di come la donna preferisce. L’unica cosa importante è che nel giro di dieci minuti deve essere terminata. La glicemia sarà nuovamente misurata dopo 60 e 120 minuti. Nelle due ore che intercorrono tra il primo prelievo del sangue e l’ultimo, alla futura mamma sarà richiesto di restare ferma, possibilmente seduta. 

Diagnosi della curva glicemica

Se il primo valore è compreso tra 100 e 125 mg/dl e il secondo tra 140 e 199 mg/dl si è generalmente inserite tra coloro che sono in una condizione di intolleranza ai carboidrati o pre-diabete. Se invece i valori di glicemia sono più alti si è già di fronte a un diabete conclamato. In tutti i casi sarà il ginecologo di fiducia a darvi i migliori consigli per intervenire in modo da proseguire la gravidanza senza problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.