Libri da leggere 2011, Nessuno si salva da solo

Libri da leggere 2011 – Recensioni

Nessuno si salva da solo

 All’apertura del nuovo libro di Margaret Mazzantini troviamo Gaetano e Delia una coppia adulta, fra i trenta e i quaranta, che si ritrova per una serata insieme in un ristorante anonimo. Già dalle prime pagine e quelle poche stentate battute sentiamo che c’è qualcosa che non va.

La trama –  Gaetano detto Gae, è ricurvo sul menu nell’attenta e scrupolosa scelta della cena. Delia invece guarda con superiorità e sufficienza quella coppia di anziani al tavolo più in là una coppia di anziani, che al contrario loro, sono vispi, contenti e affiatati. L’autrice nei primi paragrafi è ricca di flashback sulla vita della coppia, sul come, quando, perchè e dove si sono conosciuti. Poi cala, per l’ennesima volta una cappa di gelo e di vuoto fra i due. Delia parla dei viaggi che vorrebbe fare, Gae invece delle prime cose che gli capitano in mente. E’ un dialogo falso, un monologo sordo fra i due. Tutta la narrazione risente di una routine di un vuoto di fondo: la Mazzantini è brava nel descrivere la crisi della coppia, dell’annaspare dell’amore fra furore, passione e rabbia. Di Delia che descrive Gaetano come un compagno – marito, orribile definizione che rende chiaro il dramma dell’unità perduta. Nell’incipit forse troviamo la causa di questa crisi irrecuperabile. Gaetano né cosciente: << Sai qual è il problema? E’ che nessuno ha il coraggio di mettere a fuoco la propria vita>>. Ma anche questo monito scivola via, fino al momento in cui il dramma viene espresso da Gaetano e Delia senza maschere:

<< Non ti amo piu’ Delia.>>

<< Lo vedi… lo possiamo dire>>

Dopo Non Ti muovere e Venuto al mondo un’altra intensa e al contempo difficile vicenda da seguire. Il tempo si dilata oltre ogni misura: la Mazzantini stringe una nottata in centottanta pagine. In questo momento ristretto, non c’è neanche il tempo di chiarire tutte le idee. Si perde la possibilità, per Gaetano e Delia, di tornare all’unità iniziale. Un vero e proprio dramma che corre via senza poterlo fermare.

Gabriele Scardocci

One response to “Libri da leggere 2011, Nessuno si salva da solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.