Il ritorno di Michele Bravi con La geografia del buio


Mercoledì 19 febbraio 2020 è una data che i fans di Michele Bravi hanno di certo segnato in rosso sul calendario. E’ la data di un nuovo inizio che segna il ritorno del cantante nel suo mondo, quello della musica. Da oggi è possibile presalvare e preordinare “La Geografia del Buio”, il nuovo album di Michele Bravi, disponibile in tutte le piattaforme digitali e con il formato fisico a partire da venerdì 20 marzo 2020.

A distanza di tre anni da “Anime di carta”, il disco certificato disco d’oro e contenente il singolo doppio platino “Il diario degli errori”, Michele Bravi torna con un nuovo progetto musicale, profondamente diverso da tutta la produzione precedente.

MICHELE BRAVI TORNA A PARLARE IN MUSICA CON LA GEOGRAFIA DEL BUIO

“Avere le parole per dire il caos non salva da niente ma almeno disegna il labirinto.“La Geografia del Buio” è un racconto attraverso la ferita del mondo.Una perdita di aderenza dal reale e il tuffo in un’oscurità che racchiude in sé la violenza della vita e riscopre nell’amore l’unica salvezza.Un amore che non combatte il male ma che aiuta a disegnarne la geografia.”

L’estetica del disco si sviluppa in una sequenza di immagini oniriche e surreali, allucinazioni, che Michele racconta attraverso le parole e la musica. Si susseguono suggestioni evocative che rimandano a una realtà stravolta e a un profondo dolore che avvolge, immerge e nasconde ogni cosa come una profonda coltre di nebbia.

Il concept dell’album è caricato di grande drammaticità, è come se la realtà si palesasse sotto forma di rappresentazione teatrale, dove la separazione tra spettatori e attori è un limite invalicabile.

E possiamo solo immaginare quanto Michele Bravi in questo album dopo quello che gli è successo, possa averci messo del suo. Tutti i fans del cantante non vedono l’ora di riascoltare la sua voce e di perdersi tra le note delle canzoni contenute nel nuovo disco.

Leggi altri articoli di News Musica

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close