Donatella Rettore: “Mi hanno detto che non morirò” e rassicura tutti a modo suo

Donatella Rettore con la sua solita grinta informa tutti che sta bene. E’ un po’ una risposta alle notizie che in questi giorni la riguardavano. Con un post pieno della sua solita ironia ha tranquillizzato tutti: “Mi hanno detto che non morirò… almeno non subito”. Avevano infatti fatto preoccupare le parole di Mauro Coruzzi a Italia Sì; quel “Donatella sta male” aveva fatto pensare a un nuovo ricovero in ospedale, un nuovo intervento a causa del cancro al seno. Per fortuna niente del genere, Donatella Rettore sta bene, sottolinea ancora una volta che non è stato facile ma grazie ai medici che l’hanno curata tutto è andato bene. E’ tramite i social che la cantante veneta rassicura i suoi fan, gli amici, gli artisti che preoccupati per lei chiedevano notizie. Il suo stato di salute non riguarda il coronavirus, anche Platinette l’aveva già precisato. Mentre l’emergenza sanitaria prosegue e inevitabilmente ci coinvolge tutti non dimentichiamo che purtroppo proseguono anche tutte le altre malattie.

DONATELLA RETTORE LE SUE CONDIZIONI DI SALUTE DOPO L’OPERAZIONE AL SENO

“Mi hanno detto che non moriro’ … almeno non subito, quella battaglia l’abbiamo vinta . grazie al doctor Mora e al suo team , che non smettero’ mai di ringraziare . Non è stato facile , perché eravamo circondati da un’altra guerra ! grazie al dottor avventi , sempre premuroso e rassicurante ! allo iov tutto , vi voglio bene e sempre riconoscente” è il nuovo post della Rettore che prosegue la convalescenza a casa e che non ha bisogno di alcun ulteriore intervento. 

Tantissimi ancora una volta i messaggi per lei, i cuori, gli abbracci a distanza dei colleghi felici di sapere che sta bene. La cantante emozionata ancora una volta, non si aspettava tanto affetto nei suoi confronti. Quando tutto sarà passato avrà modo di raccontare tante cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.