Sanremo 2021 e il pubblico sulla nave: Amadeus spiega tutto

pubblico nave

Mancano sempre meno settimane all’inizio del Festival di Sanremo 2021 che si terrà dal 2 al 6 marzo. Le domande non mancano e sono anche tanti i dubbi su questa edizione del Festival. Ci si chiede se sia davvero il caso di pensare a Sanremo, visto tutto quello che sta succedendo in Italia a causa dal covid 19. Ma la Rai e Amadeus non hanno nessuna intenzione di pensare a un rinvio, almeno per ora. Questa mattina, a fare il punto sulla prossima edizione del Festival, ci ha pensato Amadeus che è stato intervistato da RTL 102.5 . In radio, il direttoe artistico del Festival, giunto alla sua edizione 71, ha raccontato alcuni dettagli riguardo al Festival. Tra i vari argomenti anche la sistemazione del pubblico che quest’anno sarà molto particolare a causa del Covid 19. Per evitare contagi e rispettare tutte le regole possibili, infatti, gli spettatori verranno fatti salire su una nave da crociera. Questa è l’idea alla quale Amadeus e la sua squadra stanno lavorando da tempo.

Saranno 500 persone, sempre le stesse per tutte le serate di Sanremo. Proprio a tal proposito, il direttore artistico e conduttore ha spiegato meglio come avverrà la sistemazione del pubblico sulla nave.

Amadeus parla del pubblico di Sanremo 2021: 500 persone su una nave da crociera

L’idea è quella di creare una bolla, avendo sempre le stesse 500 persone come pubblico. Saranno messe in protezione su una nave da crociera attraccata nel porto di Sanremo e non è detto che tra queste ci saranno persone che avranno già ricevuto il vaccino” ha dichiarato Amadeus a RTL 102.5. “Trascorreranno una bellissima settimana di vacanza a bordo e ogni sera saranno riportati in pullman da massimo venti persone, così da tenere gruppi distinti e isolati in caso di improvvise positività” ha spiegato il direttore artistico del Festival della Canzone italiana.

Sanremo 2021, nuovo particolare protocollo per il pubblico: Amadeus entusiasta

Amadeus si è dimostrato piuttosto entusiasta dell’iniziativa e della sistemazione del tutto particolare del pubblico di Sanremo ai tempi del Coronavirus. Il conduttore del Festival pensa infatti che ci guarderanno anche dagli altri paesi dopo l’iniziativa della nave. “È sicuramente un protocollo nuovo, mai applicato, credo che anche dall’America avranno la curiosità di seguirci per capire” ha infatti dichiarato ai microfoni della radio. “Vorrei fare un festival molto nazionale, dovremmo pensare un po’ a noi stessi. Dobbiamo rilanciare musica, spettacolo e anche il teatro, visto che sono stati settori molto penalizzati ha poi aggiunto, senza dimenticare infatti, il complicato periodo che tutto il settore dello spettacolo sta vivendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.