Come sta Gaetano Curreri? Ha superato l’infarto, la gioia degli Stadio

Lunghe ore di apprensione dopo la notizia del malore di Gaetano Curreri ed è sui social che gli Stadio hanno riferito le condizioni di salute del leader del gruppo. In un primo momento le notizie sul malore del frontman degli Stadio facevano pensare ad un ictus, invece Gaetano Curreri ha avuto un infarto. Adesso sta bene e la gioia dello storico gruppo è tra le righe del comunicato ufficiale. “Gaetano ha superato brillantemente l’infarto e adesso sta bene” e adesso tutti possiamo tirare un sospiro di sollievo perché i tanti mesi trascorsi con tante brutte notizie hanno reso tutti più fragili ed emotivi. 

GLI STADIO: “ABBIAMO SENTITO GAETANO AL TELEFONO”

“Siamo veramente felici di comunicarvi che Gaetano ha superato brillantemente l’infarto e adesso sta bene” e bastano già queste parole ai fan e a chi conosce solo poche canzoni degli Stadio. Non è il primo artista che sviene sul palco, che si accascia davanti al suo pubblico perché poco attento al malore in corso e di più invece nei confronti di chi è lì sotto il palco a cantare a squarciagola un testo dopo l’altro. 

Gaetano Curreri e la sua band erano a San Benedetto del Tronto, erano i passaggi finali del concerto ma il cantante è stato colto da un malore che ha richiamato subito l’attenzione dei medici presenti. La corsa in ospedale, il ricovero in terapia intensiva e nella notte quel messaggio che ha preoccupato tutti.

Gaetano Curreri adesso è fuori pericolo. “L’abbiamo sentito via telefono e ringrazia tutti per l’affetto e le belle parole spese per lui. Ci uniamo anche noi ai suoi ringraziamenti che condividiamo pienamente, in queste ore difficili il vostro supporto ci ha aiutato tanto, vi teniamo aggiornati”.

Nel 2013 era già stato colpito da ictus, la paura che si trattasse dello stesso problema era forte e l’hashtag #ForzaGaetano  a cui ha partecipato anche Vasco Rossi aggiungendo “Sei una roccia” ha unito tutti i fan e il sostegno è arrivato forte, anche questa volta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.