Gaetano Curreri si sente male sul palco: ricoverato in terapia intensiva

Sono tornati di nuovo a fare musica il 24 luglio gli Stadio ma alla seconda tappa qualcosa è andato storto. Il gruppo si stava esibendo ieri a San Benedetto del Tronto quando all’improvviso il cantante Gaetano Curreri, leader degli Stadio si è sentito male mentre era in corso una esibizione. Curreri è svenuto durante il concerto, alla fine della serata; la band avrebbe dovuto esibirsi nelle ultime canzoni previste dalla scaletta ma Curreri non ce l’ha fatta. Il cantante ha accusato un malore, non sappiamo ancora di che genere. Lo spettacolo è stato immediatamente sospeso per permettere al personale del 118 di soccorrere Curreri. Il frontman degli Stadio è stato subito portato in ospedale dove è stato ricoverato. E pochi minuti dopo dai social sono arrivate le prime informazioni sulle sue condizioni di salute.

Gaetano Curreri, 69 anni, stava per eseguire un bis, un suo cavallo di battaglia, ovvero “Piazza Grande” dell’amico Lucio Dalla. A un certo punto non è più riuscito a leggere il testo della canzone dal leggio e si è accasciato. Le persone presente non hanno potuto fare molto per il cantante se non attendere che arrivassero i soccorsi. I suoi amici e compagni musicisti lo hanno abbracciato al volo. Alcuni medici presenti tra il pubblico sono immediatamente saliti sul palco per i primi soccorsi e poi la corsa all’ospedale Mazzone di Ascoli Piceno. Fonti ufficiose parlano di un ictus. Nessuna notizia è stata però al momento confermata in modo ufficiale.

Malore per Gaetano Curreri: le ultime notizie dai social

Le parole dello staff della band sui social, per rassicurare tutti i fan del gruppo: “Ciao a tutti, come sapete, Gaetano ha avuto un malore, in questo momento è in terapia intensiva ed è stabile. Domani appena avremo notizie più precise vi terremo informati su questa pagina. Grazie a tutti per l’ affetto . Buonanotte. Al momento però non sono stati ancora dati aggiornamenti sulle condizioni di salute del cantautore, facciamo tutti il tifo per lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.