Nessun malore per Massimo Ranieri, lo staff aggiorna sulle sue condizioni

massimo ranieri mara venier

Gran spavento per Massimo Ranieri, per chi ieri stava assistendo allo spettacolo e l’ha visto cadere. In tanti hanno pensato che il cantante avesse avuto un malore ma lo staff sui social ha voluto precisare e rassicurare tutti. Massimo Ranieri sta bene, ed è questa la notizia principale, non ha avuto alcun malore e non ha nemmeno riportato un trauma cranico, come invece si poteva leggere nelle varie notizie riportate. Ha invece una costola fratturata ma il peggio è superato, i controlli effettuati hanno eliminato tutti i dubbi. Ranieri ha passato la notte in ospedale, forse potrebbe anche essere dimesso in queste ore ma è certo che presto potrà tornare dal suo pubblico.

Lo staff smentisce il malore di Massimo Troisi

“Lo staff vuole rassicurare tutti che Massimo Ranieri sta bene, non è stato un malore e non ha un trauma cranico, solo una costola fratturata. Tornerà dal suo amato pubblico al più presto” questo il messaggio dello staff dell’artista per fare chiarezza sul suo stato di salute.

Sembra inoltre che Massimo Ranieri abbia passato una notte tranquilla all’ospedale Cardarelli di Napoli; è lì che è stato ricoverato ieri sera dopo l’incidente. Il cantane napoletano è caduto scendendo la scala che porta dal palco alla platea. Era da poco iniziato il suo atteso concerto al Teatro Diana, era alla terza canzone in scaletta, uno dei suoi tanti successi e purtroppo tutto si è fermato.

Sta bene, ovviamente avrà dolore ma con gli antinfiammatori tutto è sopportabile, quindi niente di grave, non ci sono altre lesioni o altri problemi, è quanto afferma il bollettino dell’ospedale dopo l’incidente.  

Di certo non mancano gli auguri rivolti a Ranieri per un suo veloce recupero, è ovvio che è ciò che desidera anche lui, tornare il prima possibile sul palco, dal suo pubblico, per riprendere i concerti inevitabilmente interrotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.