La figlia di Sandra Milo a Italia sì commenta le parole di sua madre sul suicidio

Mentre su Canale 5 andava in onda la puntata registrata di Verissimo, con le parole di Sandra Milo, su Rai 1, Marco Liorni, compiva un lavoro giornalistico impeccabile. Dopo la registrazione di Verissimo infatti, le classiche anticipazioni che arrivano dal programma di Canale 5, avevano fatto molto discutere. Sandra Milo, nel salotto di Silvia Toffanin aveva dichiarato di essere molto scoraggiata per quello che sta succedendo nella sua vita, così giù e priva di voglia di vivere da pensare al suicidio. Marco Liorni quindi ha chiamato nel suo programma la figlia di Sandra, Debora Ergas che tra l’altro è una giornalista che lavora per Rai 1.

La Milo, nella sua intervista per Verissimo aveva specificato che i suoi figli non sapevano nulla di quello che lei avrebbe detto nel programma. Ma soprattutto non sapevano nulla della difficile situazione economica nella quale lei versa.

LA FIGLIA DI SANDRA MILO OSPITE DI ITALIA SI PARLA DELL’INTERVISTA DI SUA MADRE A VERISSIMO

La figlia di Sandra Milo, ospite di Italia sì, ha dichiarato che non sapeva nulla di questa intervista e che non sapeva quello che era stato il contenuto. Non si aspettava delle parole simili da parte di sua madre e scoprire i dettagli è stato per lei uno choc. La giornalista de La vita in diretta sottolinea però che probabilmente sono state frasi dette in un momento di sconforto, nulla di più.

“Mia madre si sarà immedesimata in tutte le persone che vivono dei momenti difficili con il fisco. Lei vive del suo lavoro, non ha niente di intestato. Probabilmente ha rilasciato quelle dichiarazioni per dare uno scossone a chi è finito nelle mani del fisco” ha dichiarato la giornalista.

E così mentre su Canale 5 andava in onda l’intervista commossa di Sandra Mili che veniva anche “coccolata” da Silvia Toffanin, su Rai 1 sua figlia parlava dei problemi economici di Sandra. Inoltre poi in studio a Italia sì, si è anche parlato con un esperto di fisco, di queste situazioni complicate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.